Hits

Film Joker di Todd Phillips

Libro L’istituto di Stephen King

Album Rubberband di Miles Davis

The cube è tornato – Apple – New York

Sfilata prêt-a-porter Primavera Estate 2020 di Dior – Ippodromo di Longchamp – Parigi


Hots

Serie TV Fleabag – Emmy Awards 2019 – Los Angeles
La Serie TV Fleabag, come il soprannome della sua protagonista (letteralmente “sacco di pulci”), agli Emmy Awards 2019 ha vinto ben sei premi Comedy, tra cui quello di migliore spettacolo della categoria. La serie, scritta e interpretata dall’attrice britannica Phoebe Waller-Bridge, è tratta da un monologo teatrale scritto e interpretato dalla stessa attrice 33enne, e diventato fenomeno di culto. Fleabag ha trent’anni e vive a Londra (dove gestisce una caffetteria) e si presenta in modo diretto, stralunato e irriverente, commentando fatti e pensieri quotidiani e rivolgendosi direttamente agli spettatori, guardando in camera: politicamente scorretta, ma con molta leggerezza, intelligenza e autoironia. La serie vive sulle spalle della sua sceneggiatrice, protagonista e produttrice Phoebe Waller-Bridge, per molti l’autrice donna più talentuosa del panorama seriale del momento e che con la sua scrittura sta cambiando il modo di rappresentare la donna sullo schermo, fuori dagli stereotipi.

Installazione FOR FOREST di Klaus Littmann – Klagenfurt – Austria
FOR FOREST – The Unending Attraction of Nature (L’infinita attrazione della natura) è una installazione temporanea di Klaus Littmann che ha trasformato lo stadio Wörthersee di Klagenfurt nella più grande installazione d’arte pubblica austriaca. Ispirandosi all’omonimo disegno dell’artista e architetto austriaco Max Peintner, con FOR FOREST l’artista di origini svizzere intende sollecitare una riflessione sulla nostra percezione della natura e porre l’accento sul futuro dell’habitat naturale, a rischio di una sempre maggiore costrizione all’interno di spazi ristretti e irreggimentati. Con la supervisione di Enea Landscape Architecture sono stati selezionati circa 300 alberi ad alto fusto e cespugli, per simulare una foresta dell’Europa centrale. La foresta verrà ripiantata in uno spazio pubblico nelle immediate vicinanze in scala 1: 1.

Pleasedontbuy signed by Twinset – Italia
Durante la settimana della moda è stata lanciata l’iniziativa Pleasedontbuy signed by Twinset. Si tratta di una nuova collezione interamente dedicata al servizio rental: è possibile noleggiare un abito, senza obbligatoriamente acquistarlo. Twinset punta a fidelizzare i clienti attraverso una modalità di utilizzo dei prodotti sempre più diffusa nel settore dei servizi, ma attrattiva specialmente per i consumatori più giovani. Il vantaggio consiste nella maggiore accessibilità dei capi grazie al solo noleggio degli stessi.. Con Pleasedontbuy Twinset propone una collezione monomarca 100% made in Italy disponibile online e affiancata da corner ad hoc all’interno di alcuni negozi: inizialmente Milano, Roma, Firenze, Orio al Serio, Bari e Verona. “Quando ho ideato Pleasedontbuy il mio obiettivo era anche quello di stimolare l’azienda a parlare un linguaggio più contemporaneo e più vicino alle nuove generazioni”, ha spiegato Alessandro Varisco, Amministratore Delegato di Twinset.

Progetto AreaZ di Zanichelli – Milano
È partito da Milano il tour di AreaZ: il progetto di Zanichelli, storico editore di vocabolari della lingua italiana, che ha creato una “zona a lessico illimitato” dove dare visibilità alle parole da salvare. In Largo La Foppa, (e poi a seguire anche a Torino, Bologna, Firenze, Bari e Palermo), un enorme vocabolario aperto permette di scoprire le 3.126 le parole sempre meno presenti nell’uso scritto, orale e nei media e di prendersene cura. Sulla quarta di copertina, un monitor touchscreen, che le visualizza a rotazione, permette di sceglierne una e di pubblicarla, con il suo significato, sui propri canali Facebook e Instagram direttamente dallo schermo del vocabolario. Sono inoltre disponibili anche delle cartoline, ognuna con una parola e il suo significato, da spedire a chi si desidera.

Installazione Machine Allucination di Refik Anadol – Artechouse – New York
Machine Allucination, la prima installazione su larga scala di Refik Anadol a New York City, è un esperimento di realtà mista che implementa algoritmi di machine learning su un insieme di oltre 300 milioni di immagini, che rappresentano una vasta gamma di stili e movimenti architettonici, per rivelare le connessioni nascoste nella storia dell’architettura. Mentre la macchina genera un universo di allucinazioni architettoniche in 1025 dimensioni, si inizia a comprendere intuitivamente il modo in cui la memoria può essere vissuta nello spazio e il potere dell’intelligenza artificiale nell’accedere e simultaneamente aumentare i nostri sensi. Dalla fusione tra fotografia e intelligenza artificiale nasce una nuova esperienza cinematografica latente, che racconta la coscienza fluida di una città e mostra informazioni culturali in un modo che ci consente di comprendere il tessuto complesso che spiega la nostra realtà.

Installazione Bao Bao Voice di Issey Miyake – Londra
Durante il Design Festival di Londra è possibile partecipare a un evento tutto incentrato sull’iconica borsa Bao Bao dello stilista giapponese Issey Miyake, composta da triangoli rigidi che le permettono di assumere infinite forme tridimensionali. Bao Bao Voice è una grande istallazione multi-sensoriale e interattiva, che permette alle persone di esplorare il prodotto e tutte le sue potenzialità sensoriali: forma, materiale e struttura permettono di produrre suoni e melodie come se si trattasse di uno strumento musicale. Suonando le borse si compone il proprio brano musicale e si può assistere ad una video-proiezione che reagisce in tempo reale. Completano l’installazione un enorme arcobaleno composto da più di 100 borse Bao Bao ed un popup shop dove si possono acquistare.

Campagna I am Hunger in America di Leo Burnett per Feeding America – Stati Uniti
Negli Stati Uniti, in un messaggio di pubblica utilità, è stata utilizzata l’intelligenza artificiale per creare un “ritratto della fame” basato sulle immagini di 1.000 americani denutriti. Il volto punta a smontare l’immagine della fame come problema limitato solo ai senzatetto. L’associazione Feeding America ha collaborato con l’agenzia Leo Burnett per realizzare la campagna intitolata I am Hunger in America. La campagna include alcuni cortometraggi che raccontano storie vere di insicurezza alimentare.

Anello total-diamond di Jonathan Ive e Marc Newson per Diamond Foundry
Diamond Foundry ha pubblicato le prime immagini di un anello unico nel suo genere realizzato interamente da un unico diamante, progettato dall’ ex responsabile design di Apple Jonathan Ive e dal famoso designer Marc Newson. Le immagini CAD del pezzo circolavano online da un po’ di tempo, ma non erano mais state pubblicate foto del prodotto finito. Il duo ha progettato l’anello di diamanti l’anno scorso per beneficenza al RED (AIDS), e Sotheby’s ha venduto all’asta l’anello alla Design Miami Fair nel dicembre 2018. Qui è stato comprato da un acquirente anonimo per 256.250 dollari. L’intero anello è tagliato da un diamante sintetico da 45 carati che è stato coltivato su misura da Diamond Foundry, e ha tra 2.000 e 3.000 sfaccettature. Poiché l’intero anello, fascia inclusa, è tagliato da un singolo diamante e non può essere modificato, è stato necessario realizzarlo su misura per l’acquirente dopo l’asta.

Inaugurazione Odunpazari Modern Museum – Eskisheir – Turchia
Inaugurato l’Odunpazari Modern Museum (OMM), progettato da Kengo Kuma and Associates, a Eskisehir, nel nord ovest della Turchia. L’edificio, formato da parallelepipedi sovrapposti con involucri in legno è ispirato al paesaggio urbano e alla storia della città sede in quanto sede di un fiorente mercato di commercio del legname. OMM è un museo d’arte contemporanea fondato dal collezionista Erol Tabanca ed ospita una collezione permanente che comprende oltre un migliaio di opere d’arte di artisti turchi e internazionali. Il museo, su di una superficie di 4.500 metri quadrati, si pone come elemento di riconnessione fra la città e il suo patrimonio storico ma anche come un punto di riferimento nello sviluppo culturale di Eskişehir e della regione dell’Anatolia centrale.

Campagna Rebuild The World di LEGO
Rebuild The World è la nuova campagna globale integrata presente su una varietà di canali tra cui TV, digitale, cinema ed esterni. Il Gruppo LEGO ospiterà anche una serie di eventi pubblici di alto profilo nelle città in cui bambini e adulti saranno invitati a costruire e ricostruire con i mattoncini LEGO per rendere il mondo un po’ più allegro Lo spot è stato creato dall’agenzia interna del LEGO Group con BETC Paris ed il film è stato diretto dal pluripremiato collettivo Traktor. Si tratta di un’avventura divertente che racconta l’inseguimento tra un coniglio furbo e un cacciatore sfortunato e si svolge in un ambiente che solo il gioco LEGO potrebbe creare. Ogni personaggio, animale e veicolo si ispira ad un giocattolo LEGO esistente o passato. Così le teste possono ruotare a 360 gradi, gli oggetti quotidiani sono fuori misura e una barca può volare grazie all’aiuto di una palma.