Hits

Jeff Koons Versailles – Francia

Slacker Uprising di Michael Moore

Beautiful Inside My Head Forever asta di Damien Hirst – Sotheby’s – Londra

True blood – serie TV – USA

Sergey Brin di Google rischia il Parkinson


Hots

Teatro Cucinelli – Solomeo
L’Umbria ha celebrato l’arrivo di un nuovo teatro a Solomeo (Perugia) con la prima dello spettacolo “Nel bosco degli spiriti” di Luca Ronconi, che si è avvalso della collaborazione di Ludovico Einaudi e di Cesare Mazzonis. Si tratta del “Teatro Cucinelli”, un progetto lanciato dall’imprenditore-filosofo Brunello Cucinelli, noto per l’abbigliamento in cachemire e per l’attaccamento alla sua terra. Infatti il teatro è una parte importante dello sviluppo del borgo di Solomeo, un’iniziativa intrapresa anni fa dall’imprenditore e portata avanti con lentezza e determinazione, grazie ad una serie di attività culturali, economiche e artistiche.

Esquire ed inchiostro elettronico – USA
Esquire, celebre rivista americana, in occasione del suo 75esimo anniversario, ha prodotto una versione completamente nuova del numero di ottobre, diventando la prima rivista a inchiostro elettronico. L’intera copertina è di un sottilissimo e flessibile display a inchiostro elettronico (l’E-Ink, la medesima tecnologia degli Ebook Reader), che la rende completamente animata, comandata da una micro pila della durata di 90 giorni. Da oggi Esquire – prima rivista al mondo ad unire la stampa cartacea con la tecnologia elettronica – è in tutte le edicole americane, in tiratura limitata a 100.000 copie: un progetto sponsorizzato da Ford che si protrarrà per tutto il 2009.

Corpus Clock, orologio da 1 milione di sterline – Regno Unito
Presentato il più strano e affascinante orologio del mondo. Si chiama Corpus Clock ed è montato alla parete del Corpus Christi College di Cambridge. Costato 1 milione di sterline e progettato da John Taylor, ha un funzionamento decisamente originale e interessante. Non ha display, almeno non come siamo abituati a immaginarlo, ma solo una serie di luci LED che marcano lo scorrere degli istanti, mostrando l’ora esatta ogni cinque minuti. Per vederlo basterà recarsi alla biblioteca del College e si potrà scoprire che è stato costruito da più di 200 ingegneri capitanati dal 72enne Taylor (che ha supportato l’intero budget da solo) in cinque anni di lavoro, è mosso da un motorino elettrico con autonomia 250 anni ed è dedicato a John Harrison, orologiaio del XVIII secolo.

Slumdog Millionaire di Danny Boyle
Si intitola Slumdog Millionaire il nuovo film di Danny Boyle. Ambientato nell’India contempornea con un cast Bollywoodiano. Il film racconta la storia di Jamal Malik, un orfano diciottenne che vive negli slum di Mumbai e che decide di partecipare al “Chi vuol essere milionario?” del suo Paese. La motivazione che spinge il ragazzo non è legata ai soldi, bensì ad un problema di cuore: Il ragazzo vuole riconquistare la sua ex, fan accanita del programma. Arrestato perché sospettato di imbrogliare, racconta alla polizia la storia incredibile della sua vita vissuta per le strade, e della ragazza che ama e che ha perduto.

Rapture di Noemie Lafrance
Rapture è uno spettacolo di danza ideato e coreografato da Noemie Lafrance. Partendo dalla premiere che si è svolta al Richard B. Fisher Center for the Performing Arts di New York, lo spettacolo toccherà, in un tour quadriennale, alcune delle principali costruzioni progettate dall’architetto Frank Gehry. Proprio le forme ondulate e la fluidità delle architetture di Gehry fungono da ispiratrici per una performance che riflette nei movimenti della danza il dinamismo e l’armonia delle curve dello spazio in cui si svolge. Si crea, così, una via di comunicazione molto forte tra il pubblico e l’architettura urbana che rappresenta non solo il setting ma anche il fulcro dello spettacolo.

Ainda orangotangos di Gustavo Spolidoro
Si è chiuso con la vittoria di Ainda orangotangos (Still Orangutans) del 36enne brasiliano Gustavo Spolidoro, la tredicesima edizione del Milano Film Festival. Alla sua opera prima, il regista brasiliano si cimenta con uno dei tabù dell’estetica cinematografica: il piano sequenza. In 80 minuti di pellicola vengono raccontate otto diverse storie al limite del surreale, inserite nella quotidianità di un giorno qualsiasi, in un arco temporale di 14 ore. In questa panoramica sulla città di Porto Alegre si incontrano personaggi alla ricerca del desiderio a ogni costo. Coniugando sfida tecnica e una sceneggiatura a soggetti multipli, il film rappresenta uno sguardo su una galassia urbana del ventunesimo secolo in cui i personaggi sono «Ancora orangutanghi».

Indignation di Philip Roth – USA
Indignation, il nuovo atteso libro di Philip Roth uscito in USA il 16 settembre, è l’ironico autoritratto del protagonista – già morto all’inizio della storia – Marcus Messner, figlio di un macellaio kosher e dotato studente di college. Ambientato nel 1951, presenta il classico eroe di Roth, un diciottenne ebreo di Newark che lotta contro l’antisemitismo, la repressione sessuale e l’escalation della guerra in Corea frequentando un college luterano nel Midwest degli USA. La sua lotta contro un padre invadente che vuole insegnargli cos’è la vita mentre cerca di mantenersi fuori dalla Guerra in Corea dimostra come, usando le parole di Roth, “gli incidenti più banali e comici possano avere risultati sproporzionati”. Il produttore Scott Rudin ha già acquistato preventivamente i diritti cinematografici del libro. Rudin, che ha appena ottenuto un Academy Award insieme a Joel and Ethan Cohen per l’adattamento del libro di Cormac McCarthys No Country for Old Men, ha concluso l’affare subito dopo avere letto il libro, dicendo che ha un notevole potenziale cinematografico.

PA-RA-DA di Marco Pontecorvo
PA-RA-DA è il primo lungometraggio del regista, figlio d’arte, Mario Pontecorvo. Presentato in occasione del Festival di Venezia, dove ha raccolto grandi consensi, il film racconta l’avventura di Miloud Oukili, giovane franco-algerino, clown di professione, che nel 1992 arriva a Bucarest dove resterà per dodici anni, dando vita alla ormai famosa compagnia circense e umanitaria Parada. La storia narra il primo incontro di Miloud con i “boskettari”, bambini di strada che a Bucarest sopravvivono rifugiandosi nei tombini, soli e abbandonati a se stessi, fuggiti dagli orfanotrofi, spesso drogati e violati. Al di là del suo valore artistico, il film ha il grande merito di sostenere il progetto reale di recupero, sempre attivo, testimoniando gli sforzi, le difficoltà e i successi di quindici anni di lavoro.

FreeDesigndom – Olanda
La prima edizione FreeDesigndom si tiene in Ollanda a partire dalla meta di settembre. Un evento che dura 4 settimane per celebrare il mondo della creatività, l’innovazione, la moda e il design. Amsterdam e Utrecht sono le due città che ospiteranno le iniziative. Il programma include eventi dedicati alla moda e il design non solo ai professionisti del settore e gli media ma anche il pubblico generale. Per esempio durante il “Red Light Fashion show” saranno messi in mostra non solo corpi in vendita alle finestre del famigerato quartiere a luci rosse ma anche i lavori di giovani creativi.

Insegna a tua nonna a inviare messaggi & altri modi per cambiare il mondo – Regno Unito
Questo libro è il risultato di un concorso proposto dall’Organizzazione inglese a scopo sociale, We Are What We Do (Noi siamo quello che facciamo), che ha fornito un’unica indicazione molto semplice: trovare una azione “semplice” che, se compiuta da un milione di persone, avrebbe cambiato il mondo. Dopo la pubblicazione, il libro verrà distribuito in tutte le scuole inglesi dal Dipartimento per l’Infanzia, la Scuola e la Famiglia e contemporaneamente, sarà disponibile nei negozi. Il libro è prodotto da Nick Stanhope: egli afferma che l’obiettivo è stato quello di fornire i bambini di uno strumento per cambiare il mondo basato su un semplice insieme di azioni. Agli adulti invece, fornisce una panoramica su come i giovani vedono il mondo e come pensano che potrebbe migliorare.