Hits

Il segreto di Vera Drake di Mike Leigh

Smile di Brian Wilson

Der Untergang (Il crepuscolo) di Oliver Hirschbiegel

Gran Premio Formula 1 Cina, Shangai

Il sogno europeo di Jeremy Rifkin


Hots

“Festival intellettuali” in Italia
Il festival di piazza come modalità di incontro e dialogo tra il pubblico allargato e gli esperti di un tema specifico di interesse conferma ancora una volta il suo successo. Sono in particolare i “festival intellettuali” a riscuotere ampi consensi tra i cittadini che si affollano numerosi agli incontri organizzati nelle piazze e per le strade delle loro città. Il Festivaletteratura di Mantova, giunto alla sua ottava edizione è forse il capostipite di questo genere di eventi, ed anche quest’anno ha raccolto 50 mila visitatori con un ricco programma di 250 incontri. Anche il Festivalfilosofia in Emilia Romagna, alla sua quarta edizione, ha avuto grande successo di pubblico e già si parla di “distretto culturale”. L’edizione di esordio del Festival della Mente a Sarzana, dedicato alla creatività, ha registrato 12000 presenze.

Watercube, Venezia
All’interno di Metamorph, la 9 Mostra Int.le di Architettura della Biennale di Venezia, è stato assegnato il premio speciale della sezione Atmosphere al progetto National Swimming Center, Pechino Olympic Green, Cina. Il progetto, realizzato dallo studio australiano PTW Architects, è stato battezzato Watercube in virtù della straniante geometria che lo contraddistingue: bolle d’acqua fantasticamente cristallizzate in una imponente forma rettangolare. Il rivestimento, realizzato con una doppia membrana di “Etfe” – innovativo involucro leggero e trasparente – è stato progettato con l’obiettivo di creare speciali giochi di luci e proiezioni. Una vista sbalorditiva ed una esperienza sensoriale percettibili anche dai milioni di spettatori televisivi di tutto il mondo che non saranno presenti fisicamente sul luogo.

Eros, Venezia
Eros, l’antologia di tre cortometraggi girati dagli acclamati registi Michelangelo Antonioni, Steven Soderbergh e Wong Kar Wai sul tema dell’ erotismo e del desiderio, è stata presentata durante la Biennale del Cinema di Venezia. Il primo film The Hand di Kar Wai è un storia erotica tra un sarto e un cortigiana, interpretata da Gong Li. Equilibrium di Soderbergh è una commedia con Robert Downey Jr. nel ruolo di un agente pubblicitario che visita un analista per decifrare i suoi sogni erotici. Il film di Antonioni The Dangerous Thread of Things, ambientato in Toscana, completa la trilogia con una riflessione sul divario tra uomini e donne.

Comme des Garçons, Dover Street Market – Londra
Il 12 settembre di quest’anno – forse perchè l’11 sarebbe stato di cattivo auspicio o di cattivo gusto – il nuovo negozio di Comme de Garcons ha aperto i battenti a Londra, Dover Street, con il nome di Dover Street Market. Ed è infatti lo street market che ne ha ispirato il concept, anche se un mercato rivisitato con numerosi elementi che rimandano ad una via di mezzo tra una galleria d’arte e un ambiente domestico molto cool. Nei cinque piani del negozio vengono venduti abbigliamento per uomo e donna ed accessori – occhiali, scarpe, borse, gioielli, profumi, ed anche musica – disposti in mensole di legno grezzo, metallo e vetro, mentre pavimenti, muri e soffitti sono in cemento, in modo da riprodurre lo stile di un loft. Più della metà dell’assortimento è Comme des Garcons, mentre il resto dello stock comprende molti nuovi designers, tra i quali Boudicca, Emma Hawkins, GUM, Azzedine Alaia. Una piacevole sorpresa, al quarto piano, è la Rose Bakery, torte e dolci fatti in casa e una interessante collezione di tè ad un prezzo ragionevole.

Biennale di architettura, Pechino
La prima edizione della Biennale di Architettura di Pechino non è solo la prima mostra di cultura archittetonica e dell’ industria edile ma anche la più grande iniziativa legata al mondo dell’architettura nella storia della Cina. Cinquantadue architetti di fama internazionale presentano qui i loro lavori. La mostra è divisa in nove sezioni tra cui una intitolata Brain Cells dedicata al lavoro di ricerca condotto da vari Istituti come il MIT Media Lab e il Bauhaus Kolleg Dessau in Germania.

Vodka Kalashnikov, Londra
Da anni scomparso dalla vita pubblica per godersi la pensione, il generale Mikhail T. Kalashnikov, l’inventore dell’omonimo fucile, è ritornato alla ribalta offrendo il suo nome come marchio per una nuova vodka. John Florey, l’imprenditore inglese che ha avuto l’idea, dice di avere impiegato due anni prima di riuscire a trovarlo, ma quando finalmente è avvenuto l’incontro, il generale ha colto subito i vantaggi economici e di immagine che gli potevano derivare dall’operazione. “Sentiva di aver patito delle critiche ingiuste a causa dell’associazione del suo nome con la popolare arma”, ha raccontato Florey. La Kalashnikov Vodka è stata presentata al Boisdale Club di Belgravia, in un’atmosfera resa euforica dalla vodka e dalla presenza delle conturbanti Nikita Girls.

Biennale di San Paolo, Brasile
Il tema della 26 esima Biennale di San Paolo è quello del “Territ–rio Livre” (territorio libero), concetto che ha più dimensioni: fisica-geografica, socio-politica ma anche e soprattutto estetica. La Biennale si propone come una zona extraterritoriale dove gli artisti possono fare spazio alle proprie utopie. Ogni artista cioè è chiamato a dare un nuovo volto a questo “territorio di nessuno”. 55 Paesi di tutti i continenti hanno fatto arrivare a San Paolo il meglio delle loro produzioni artistiche. Con un totale di 135 artisti, la Biennale brasiliana è una delle mostre d’arte internazionali più grandi. Oltre a facilitare il dialogo tra Nord e Sud del mondo, la Biennale vuole promuovere anche le relazioni tra le culture non europee.

VERYeye2eye, Fashion Week – Londra
Eye2Eye, fiera di scarpe e accessori firmati, è uno degli eventi più importanti della London Fashion Week. Per la prima volta quest’anno non è stato distribuito il catalogo dei prodotti e degli stilisti presenti, ma è stato pubblicata una rivista di accessori arte e lifestyle intitolata VERYeye2eye. Il magazine offre una panoramica della creatività contemporanea ed è il risultato della collaborazione tra il team creativo di VERY magazine, che include come collaboratori esperti di moda, arte e design di livello internazionale, e quella di eye2eye.

Angels in America, Emmy Awards USA
L’ultimo fenomeno televisivo made in Usa si chiama Angels in America. Un prodotto che ha avuto un enorme successo negli Stati Uniti e che non si sa ancora se verrà esportato in Italia. C’è un cast formidabile (Al Pacino, Meryl Streep, Emma Thompson), la storia è bella e il regista è un veterano della macchina da presa, Mike Nichols (ricordate ‘Il laureato’?). Questa miniserie tv, della durata di 6 ore ha da poco conquistato l’Emmy Award per la categoria miniserie tv, dopo avere vinto 5 Golden Globe. Angels in America affronta due temi roventi: l’affermazione di una coscienza omosessuale collettiva e la comparsa dell’Aids. In realtà, poi, il film parla soprattutto di amore, di morte, di famiglia, insomma di temi universali. Gran parte della riuscita del film è legata alla bravura dei protagonisti, tra i quali si segnalano Meryl Streep che interpreta addirittura più ruoli, una mormona, un rabbino e un fantasma e Al Pacino è un faccendiere omosessuale.

Collezione Friedrich Christian Flick, Museo Hamburger Bahnhof – Berlino
La collezione di arte contemporanea di Friedrich Christian “Mick” Flick è in mostra all’ Hamburger Bahnhof Museum di Berlino grazie ad un accordo tra il magnate tedesco e il governo locale. Flick è il nipote di Friedrich Flick, il maggiore produttore di armi per Hitler, accusato di aver fatto ricorso al lavoro forzato dei deportati. L’erede si è sempre rifiutato di accettare le richieste di risarcimento: per questo motivo, un suo precedente tentativo di costruire a Zurigo una galleria d’arte per la propria collezione non era andato in porto per l’opposizione della comunità ebraica e delle organizzazioni culturali della città. A Berlino le proteste sono state modeste, e la città, alla bancarotta e bisognosa di integrare la propria offerta culturale nel campo dell’arte contemporanea, ha acconsentito ad ospitare la collezione Flick.