Hits

Undici settembre, Contro – narrazioni americane – Autori vari

Il primo astronauta cinese

Il ritorno di Napster

Le rose inglesi di Madonna

The Above The Below di David Blaine


Hots

Notte nera & Notte bianca, Roma
Il 28 settembre un improvviso blackout elettrico ha oscurato la notte italiana. L’impatto è stato rilevante a Roma, dove era in corso la Notte Bianca, una serie di manifestazioni artistiche e culturali organizzata dal comune capitolino sull’esempio della Nuit Blanche parigina. Il pubblico, stimato in un milione di persone, è rimasto completamente al buio; i passeggeri della metropolitana hanno vissuto momenti di panico. “E’ stata la notte più nera della mia vita” ha dichiarato uno spettatore.

Buongiorno Notte, di Marco Bellocchio
Il rapimento e l’uccisione del democristiano Aldo Moro attraverso un’osservazione “dall’interno”. La convivenza tra i terroristi e lo statista è analizzata nella sua dimensione “domestica” e quotidiana, per dare una nuova e personale interpretazione a una delle pagine dure della storia Italiana. Il luogo e la vicenda nel suo complesso sono rappresentati – attraverso la sensibilità della giovane brigatista Chiara – come un’ esperienza di prigionia claustrofobica: per il politico, ma per i terroristi stessi, imprigionati dall’intransigenza della propria ideologia che non consente lo scarto di pensiero.

Mascotte!
Mascotte! è un volume interamente dedicato a graziose mascotte, simpatici pupazzetti, accattivanti personaggi 3D e le loro più originali applicazioni. Il libro è più di una semplice collezione di soggetti “cool”: è una raccolta, di grande impatto, di immagini provenienti da 26 dei migliori studi ed artisti grafici di tutto il mondo, soprattutto francesi e giapponesi, maestri indiscussi del settore. Mascotte! rivela le potenzialità espressive e comunicative dei personaggi modello “cartoon” nei contesti più svariati di settori quali design illustrazione, fotografia, pubblicità, moda e persino arredamento e persino alimentazione.

Peaches
Merrill Nisker, in arte Peaches, è un’ex maestra elementare che da qualche anno sta infiammando le scene musicali statunitense ed europea. Il suo ultimo lavoro, intitolato Fatherfucker, la sta definitivamente lanciando sulla scena internazionale. I suoi concerti sono vere e proprie performance a tinte forti, con azioni sadomaso ed espliciti atteggiamenti saffici. La copertina del disco la ritrae barbuta e arrogante e la musica che propone è un hardcore punk con elementi di rap e di dosi massicce di elettronica. Nata in Canada, ora vive a Berlino e aveva già sbalordito la scena indipendente con il suo precedente The Teaches Of The Peaches, un album che le aveva procurato diversi consensi e che cominciava a far conoscere il termine “electroclash” come nuova frontiera della musica d’avanguardia.

Strangers e Crossing, USA
In due mostre fotografiche gli Stati Uniti si interrogano sul senso delle frontiere, culturali e mentali, sociali e individuali. “Strangers” inaugura la prima edizione della Triennale di fotografia all’Institute of Contemporary Photography di New York: 40 fotografi di fama internazionale espongono opere che parlano del rapporto con ‘l’altro’, il diverso, lo sconosciuto. Crossings al Museo di Arte Contemporanea di San Diego, presenta l’opera del fotografo Alex Webb nata da circa 30 anni di permanenza lungo quella sottile striscia di terra fra Stati Uniti e Messico: una riflessione profonda sul significato e il superamento delle ‘frontiere’ e del contatto fra due mondi cos” diversi.

N-Gage di Nokia
Tra i significati principali del verbo inglese engage ci sono quelli di “assorbire l’attenzione” ed “entrare in conflitto o in battaglia”. Nessun nome migliore poteva dunque identificare la nuova consoleportatile per i videogame di Nokia: N-Gage , ovvero la promessa di ore e ore di sfide e divertimento da sperimentare in solitudine o in compagnia. Ma siccome nel nome è rinvenibile anche l’assonanza con il termine gadget,è chiaro che questo prodotto ha in s? più potenzialità rispetto a quelle di una semplice macchina da gioco come il GameBoy Advance SP, la miniconsole di Nintendo , monopolista del mercato con cui Nokia entra ora in diretta competizione.

Coca
Dopo anni di scarsa innovazione nel settore del packaging delle bevande, grandi novità arrivano dal Giappone e dal’Australia. La prima rivoluzione riguarda il lancio di una “lattina bottiglia” che propone un nuovo modo per bere la Coca Cola: la lattina è dotata di un collo di bottiglia che tra l’altro permette di richiudere il contenitore. La Coca-Cola in Australia è pronta invece a distribuire, in occasione dei campionati mondiali di rugby, 20 bottiglie equipaggiate con il sistema Gps, nell’ambito della promozione “Thrill Seeker” . Il ricetrasmettitore è in grado di individuare il vincitore del concorso non appena viene aperta la bottiglia fortunata.

Il Medioevo europeo, di Jacques Le Goff – Parma
La mostra è una lente interpretativa che il grande medievalista ci offre per vedere attraverso i suoi occhi uno dei periodi storici più complessi ed affascinanti della società occidentale. Con 60 pezzi esposti provenienti dai musei di mezza Europa, la mostra ci presenta un Medioevo fatto di trasformazioni profonde delle strutture sociali del tempo, un periodo lungo fatto di popolo e di periferie, e non tanto di grandi personaggi, in cui l’Europa è un’Europa meticcia, figlia della commistione tra popoli e culture. Gli eventi clamorosi lasciano il posto alla vita di tutti i giorni, scoprendo un Medioevo carico di colori e di luce.

Biennale Istanbul
In occasione dell’ottava edizione della Biennale di Istanbul, 85 artisti provenienti da 42 Paesi si interrogano sui problemi della “giustizia” e della “globalizzazione”. La manifestazione organizzata dalla Istanbul Foundation for Culture and Arts ed è curata da Dan Cameron, e si terrà dal 20 Settembre al 16 novembre. La città sul Bosforo, ospita una ricca selezione di opere dedicate al tema Poetic Justice: cos’è la giustizia oggi? Come influenza il mondo dell’arte e della cultura? E’ possibile che ci sia giustizia in un mondo globalizzato?

Selfridges, Birmingham
Il 4 settembre del 2003 la skyline di Birmingham è completamente cambiata. Selfridges, uno dei grandi magazzini storici di Londra, aperto nel 1909 e fino ad oggi con un solo prestigioso punto vendita in Oxford Street – ha inaugurato qui un nuovo, sensazionale magazzino, che segna un nuovo punto di riferimento nella architettura dei punti vendita. Lo stabile si quattro piani sembra avvolto in una sorta di sinuosa seconda pelle, senza giunture e ricoperta di 15.000 dischi di alluminio, come un vestito di Paco Rabanne degli anni ’60 e rappresenta un’opera certamente audace. Disegnato da Future System – gli stessi architetti dello Space Age Media Centre nel campo di cricket di St John’s Wood – questa insolita costruzione si stacca decisamente da tutte le altre dello shopping centre del Bull Ring nel quale è collocata.