Hits

La cantante Wang Bei muore dopo chirurgia plastica – Cina

Inaugurazione della Allure of the Seas la nave da crociera più grande del mondo – Fort Lauderdale – USA

Il primo computer Apple venduto all’asta da Christie’s per 156.000 euro – Londra

Album Progress dei Take That

Preparatio Mortis di Jan Fabre – Roma


Hots

Linea ferroviaria privata Torino-Milano di Arenaways
Il 15 novembre è partito dalla stazione di Torino Lingotto ed è arrivato a Milano, il primo treno privato italiano di Arenaways, che è operativa, pur con un servizio ridotto che attualmente impedisce di fermarsi nelle stazioni intermedie. Saranno quattro al giorno i collegamenti fra Torino e Milano, due per ogni senso di marcia, con una partenza alla mattina ed una alla sera. Questa, in linea di massima, la tabella di marcia. Per l’Amministratore Delegato Giuseppe Arena “questi orari non sono competitivi”, ma per l’azienda “l’importante era partire”. Il biglietto da Torino a Milano costa 17 euro e può essere acquistato presso la biglietteria on-line del sito, nei punti di vendita o anche direttamente in treno senza sovrapprezzo. A bordo, servizi innovativi pensati per i pendolari, dalla lavanderia alla possibilità di fare la spesa, ritirandola prima di scendere dal treno.

Le donne dimenticate dalla scienza vittoriana – Royal Society – Londra
Uno studio degli archivi della Royal Society compiuto da Richard Holmes, autore del volume The age of wonder, rivela che le donne hanno svolto, nel campo dello sviluppo scientifico, un ruolo molto più importante di quanto si è sempre creduto. In un articolo pubblicato dal The Guardian, Holmes ha reso pubbliche alcune delle sue scoperte che saranno contenute nel prossimo libro The Lost Women of Victorian Science. “La mia analisi degli archivi della Royal Society in questo suo 350° anniversario, ha portato nuova luce alle donne dimenticate della scienza. Ho analizzato una serie di lettere, documenti e pubblicazioni rare che disegnano un quadro di genere, nel campo della scienza, differente da quanto pensato finora; emerge, infatti, che le donne hanno avuto una relazione più fruttuosa e a volte anche più conflittuale con la Royal Society.

Mostra Soma di Carsten Höller – Hamburger Bahnhof – Berlino
In che cosa consiste in potere taumaturgico dell’arte? Che peso hanno scienza e mito nella nostra società? Da dove derivano le nostre conoscenze? Per esplorarne le risposte l’artista Carsten Höller ha realizzato l’esposizione in corso presso l’Hamburger Bahnhof – Museum für Gegenwart di Berlino intitolata “Soma” e, nel dedicarla, appunto, al mistero della bevanda sacra della religione vedica, l’artista belga appassionato di miceti ha creato un enorme scenario fantastico a metà strada tra arte e scienza. Su una piattaforma a forma di fungo al centro della mostra-installazione è stata costruita anche una camera da letto dove i viandanti della conoscenza potranno pernottare contemplando il mistero del soma.

Six Scents: Serie 3 – dall’innocenza all’esperienza
Six Scents è un progetto nato con l’obiettivo di mettere insieme discipline diverse. Ogni anno il brand, chiede a 6 artisti/designer di interpretare un tema e in collaborazione con i più importanti creatori di fragranze, realizzare una collezione esclusiva di 6 profumi. In novembre è stata lanciata la terza serie di profumi, che è nata esplorando il concetto di memoria legata all’infanzia, ovvero l’influenza dell’esperienza adolescenziale nella formazione dell’identità. Il tema ha stimolato i sei creativi di fama internazionale e provenienti da Paesi ed esperienze molto diverse, nella realizzazione di sei fragranze uniche e di lanciare l’iniziativa attraverso la realizzazione di sei cortometraggi che ne raccontano le emozioni. Ogni anno- inoltre – una parte dei proventi è devoluto ad un’associazione benefica vicina alla tematica scelta.

Mostra Brain: the inside story – Museo Americano di storia naturale – New York
Apre a New York la mostra Brain: The Inside Story che, fino al 15 Agosto 2011, permetterà ai visitatori di “entrare nella mente” per esplorarne i complessi meccanismi e coglierne, anche in modo sensoriale, i significati più profondi di funzionamento. Un percorso tematico fatto di installazioni artistiche, giochi interattivo e aree di approfondimento, si snoda all’interno del Museo di Storia Naturale della città, guidando le persone alla scoperta del cervello sensitivo, di quello emozionale, pensante, mutante e infine del XXI secolo, per scoprire le potenzialità future del pensiero e della capacità umana di migliorarlo grazie a nuove applicazioni mediche e tecnologiche in continua evoluzione.

Festival Mondiale dei Clown – Yekaterinburg – Russia
Dal 25 al 28 di novembre la città siberiana di Yekaterinburg diventa la capitale internazionale della risata, ospitando il Festival Mondiale dei Clown. La terza edizione del festival è dedicata quest’anno al famoso clown Leonid Yengibarov, il primo clown dell’ Unione sovietica a creare una poetica intellettuale che faceva anche pensare oltre che ridere. I partecipanti al festival sono star della clownerie internazionale che vengono dalla Svizzera, Olanda, Gran Bretagna, Ungheria, Portogallo, Spagna, Argentina, USA e Russia. Yekaterinburg è l’unica città che ospita un festival in grado di presentare artisti di diversi paesi in una sola arena.

Weatherathome – Regno Unito
Chi ha a cuore il cambiamento climatico può offrire il proprio computer alla scienza. Dal 17 novembre può dare la disponibilità del proprio Pc, quando è in standby, e inserirlo in un progetto-pilota per accrescere le capacità di calcolo ed esaminare tutte le enormi possibilità di interazione tra le variabili meteorologiche in uno studio per stabilire se, con il riscaldamento globale in atto, gli eventi meteo estremi diventeranno più frequenti. Il progetto Weatherathome, sostenuto dal quotidiano britannico Guardian, prende spunto da Climaprediction, il maggiore esperimento mondiale di previsioni meteo. L’approccio nuovo di Weatherathome è l’utilizzo per la prima volta di modelli climatici regionali per creare previsioni più realistiche utilizzando griglie di 25-50 chilometri quadrati, mentre i modelli globali impiegano griglie di 150 km².

Lula intervistato dai blogger brasiliani – Brasile
Per la prima volta, il presidente uscente brasiliano Luis Inácio Lula da Silva è stato intervistato solo da giornalisti del segmento online. Dieci blogger (scelti durante il Primo Incontro Nazionale di Bloggers Progressisti tenutosi in agosto a San Paolo) sono stati invitati per l’occasione. Gli internauti hanno potuto anche partecipare inviando domande via Twitter, utilizzando l’ hashtag “# lulablogs”. Nell’intervista Lula ha dichiarato: “La più potente censura che possa esistere è quella di credere che i media non possano essere criticati”. L’intervista, con il suo modo informale, ha mostrato un tipo di giornalismo nuovo, efficace e democratico proprio perché coinvolto da vicino negli interessi popolari.

SpazioCANGIARI – Milano
Il 10 novembre è nata a Milano SpazioCANGIARI, prima boutique del Lusso Etico Sociale ed Ecologico. CANGIARI (“cambiare” in dialetto calabrese) è il brand fashion del Consorzio Sociale GOEL, consorzio di imprese sociali che operano per il riscatto delle comunità locali, utilizzando per tutta la filiera produttiva il lavoro di cooperative sociali che si battono contro le mafie. Oltre ai prodotti CANGIARI, nella boutique – realizzata in un immobile confiscato alla ‘ndrangheta – vengono venduti prodotti selezionati secondo i 4 cardini della filosofia CANGIARI: l’alta qualità dei prodotti, la produzione derivante da imprese sociali che operano per lo sviluppo del territorio e per l’integrazione lavorativa di persone svantaggiate, il recupero delle tradizioni locali, prodotti e processi produttivi ecologici e sostenibili.

Video “Perché tu mi piaci” di Cric – Italia
Davide Mardegan, Clemente De Muro e Niccolò Dal Corso, giovanissimi fondatori dell’agenzia Cric, hanno avuto l’idea di creare uno spot pubblicitario senza committenti, con il solo scopo di cercare i loro primi clienti. Dopo 48 ore di riprese, i tre hanno diffuso in Rete il loro video Perché tu mi piaci, ottenendo oltre un milione e mezzo di visualizzazioni nella prima settimana on-line. È la storia del piccolo Giovannino, che scrive una lettera alla coetanea Poldina per dichiararle il suo affetto. Lui mantiene la promessa e anni dopo la lettera è ancora sul loro comodino, accanto al letto in cui Poldina è malata. Gli addetti ai lavori avevano stroncato il video, spiegando come la gente desideri situazioni allegre, ottimiste, non due persone anziane vicine al termine della loro vita. Il popolo della Rete ha dimostrato di pensarla diversamente.