Hits

Campagna Great man deserves great style di Harvey Nichols – Regno Unito

Film I, Daniel Blake di Ken Loach Palma d’oro 2016 – Festival del cinema – Cannes

When to Rob a Bank (Quando rapinare una banca) libro di Steven D. Levitt e Stephen J. Dubner


Hots

Ben & Jarry’s: il gelato Empower Mint a sostegno di una campagna sociale – Stati Uniti
Il marchio di gelati Ben & Jerry’s prende posizione per il ripristino del Voting Rights Act, sostenendo una nuova campagna sociale con l’edizione limitata di un nuovo gusto: il gelato Empower Mint, una golosa combinazione di menta piperita e crema con fudge brownie. L’iniziativa è stata lanciata in collaborazione con la campagna “Democracy Is In Your Hand”, per incoraggiare le persone a votare e portare consapevolezza alle leggi restrittive, in materia di voto, dello Stato del North Carolina; leggi che, di fatto, rendono molto più difficile la partecipazione agli elettori con basso reddito e alle minoranze. “Questo gusto andrà a beneficio della North Carolina NAACP, un’organizzazione dedicata a garantire l’uguaglianza politica, educativa, sociale ed economica e i diritti di tutte le persone e tesa a eliminare l’odio razziale e la discriminazione” scrive Ben & Jerry’s nel proprio sito web, promuovendo la campagna di consapevolezza civile, sostegno alla cittadinanza e alla giustizia sociale, ma anche di fund raising.

Abito cognitivo di IBM Watson e Marchesa – Met Gala -New York
Il team di IBM Watson ha collaborato con i co-fondatori di Marchesa per creare un abito intelligente data-driven, con luci LED incorporate. Il prodotto, chiamato abito cognitivo, è stato declinato sul tema del Met Gala di quest’anno, “Manus x Machina: la moda nell’era tecnologica”. L’abito cambia colore in tempo reale, a seconda dell’umore registrato sui social media, in particolare in base ai commenti sull’abito postati su Twitter. Con l’assistenza dei designer di Marchesa, gli sviluppatori IBM hanno inserito nel sistema intelligente una serie di abiti Marchesa del passato per fare confronti e corrispondenze, sviluppando una combinazione di colori per ogni emozione specifica. Il tessuto del vestito cognitivo integra la tecnologia di Watson mantenendo l’estetica del marchio Marchesa.

Installazione Narcissus Garden di Yayoi Kusama – Glass House – Mew Caanan – Stati Uniti
La Glass House presenta Yayoi Kusama: Narcissus Garden, l’installazione paesaggistica in mostra durante la stagione 2016, che celebra il 110° anniversario della nascita di Philip Johnson e il 10° anniversario dell’apertura al pubblico della Glass House. Realizzata per la prima volta 50 anni fa in occasione della 33esima Biennale di Venezia del 1966, questa replica di Narcissus Garden è incastonata nel paesaggio di 49 acri della Glass House. Narcissus Garden, che comprende 1.300 sfere d’acciaio galleggianti, ognuna di circa 30 cm di diametro, è installata nel prato e nella foresta, regalando una vista spettacolare del lato ovest della Glass House. Fluttuando sullo stagno, appena restaurato, le sfere si muovono con il vento e seguono le correnti naturali delle acque, formando una scultura cinetica. Le loro superfici a specchio riflettono il vicino Pond Pavilion (1962), il paesaggio boschivo ed il cielo.

Progetto Arte in transito di SNCF e 3M – Francia
In Francia l’arte entra negli interstizi delle esperienze quotidiane. A partire dal 25 maggio è stata realizzata, infatti, una partnership tra il Servizio ferroviario francese (SNCF) e l’azienda americana 3M che ha portato alcuni capolavori dell’arte, dell’architettura e del cinema francese direttamente all’interno dei treni. Negli spostamenti quotidiani i pendolari saranno immersi in ambientazioni straordinarie realizzare con pellicole 3M che riproducono alcune opere e ricoprono i soffitti e le pareti laterali, con un effetto scenografico molto suggestivo: per esempio in una carrozza è stata ricreata la reggia di Versailles e in un’altra le Ninfee blu di Monet ricoprono gli interni. Questa iniziativa è stata battezzata con il nome di “arte in transito”; oltre a promuovere l’interesse verso il patrimonio artistico francese, tutela e valorizza il decoro del trasporto pubblico, scoraggiando forme di atti vandalici.

Padiglione Elytra Filament – Victoria and Albert Museum – Londra
All’interno del John Madejski garden, presso il Victoria and Albert Museum di Londra da maggio a novembre 2016 è possibile visitare una istallazione che esplora l’impatto delle tecnologie robotiche sulla progettazione di architettura e di ingegneria. Il progetto, curato da un team di architetti e ingegneri dell’Università di Stoccarda è composto da una struttura temporanea realizzata con un processo di produzione robotizzata. il Padiglione Elytra Filament, si ispira a principi di costruzione presenti in natura come i filamenti creati dai coleotteri volanti ed è realizzata in vetro e fibra di carbonio. Dei sensori posti sulle fibre raccoglieranno dati su come i visitatori animano il padiglione e il monitoraggio permetterà alla struttura di mutare e crescere nel tempo con nuovi elementi che verranno realizzati in loco alla presenza del pubblico.

Progetto C.A.T.S. – Londra
Pubblicato un annuncio su Kickstarter in cui il Citizens Advertising Takeover Service (C.A.T.S.) ha cominciato una raccolta fondi per compiere un’impresa epica: sostituire gli annunci pubblicitari di una stazione della metropolitana di Londra con foto di gatti. La cifra richiesta per riuscire in questa avventura è di 20.000 sterline, ovvero i soldi necessari per acquistare tutti gli spazi pubblicitari di una stazione. Ma perché questo crowdfunding? Innanzitutto – dicono . gli organizzatori – perché sarebbe bellissimo e poi per dare un forte segnale a tutti che siamo stanchi di essere bombardati dalla pubblicità.

KFC lancia gli smalti commestibili – Hong Kong
La catena americana KFC, Kentucky Fried Chicken, ha preso il suo motto “finger lickin’ good” alla lettera, producendo smalti commestibili a Hong Kong. La catena del pollo fritto ha annunciato che rilascerà due sapori: Original, che è beige e sa di pollo, e Hot & Spicy, che è rosso e aggiunge una nota piccante. KFC ha spiegato in un comunicato che per utilizzare il prodotto, “i consumatori devono semplicemente applicarlo come un normale smalto, e poi leccare – ancora e ancora e ancora.” Entrambi gli smalti sono interamente composti da ingredienti commestibili: una miscela di spezie e amido che permette allo smalto si attaccarsi alle unghie per un giorno o due, secondo un portavoce di Ogilvy & Mather Hong Kong, l’agenzia pubblicitaria che ha brevettato gli smalti. “Al momento, non ne stiamo producendo in massa, ha detto la portavoce. “Stiamo dando solo anteprime ai media per testare la reazione del mercato.”

Sainsbury’s si scusa per annuncio di ricerca artisti – Londra
Sainsbury’s, una delle più importanti catene di supermercati nel Regno Unito, si è scusata dopo che uno dei suoi negozi ha messo un annuncio alla ricerca di un artista “volontario” che potrebbe decorare la mensa gratuitamente. Il negozio di Camden Road, al nord di Londra, ha detto di aver bisogno di un “artista ambizioso per rinnovare volontariamente la nostra mensa”. L’annuncio ha aggiunto che l’artista avrebbe acquisito esperienza nel settore creativo rendendo possibile “una zona più comoda per la pausa dei nostri dipendenti “. Un portavoce della società ha dichiarato che l’annuncio è stato un errore di giudizio, dopo che l’iniziativa è stata attaccata sui social media da centinaia di persone. L’artista Conor Collins si è opposto al tentativo del supermercato di assumere qualcuno gratuitamente e ha suggerito pubblicamente all’azienda di detrarre i soldi dagli stipendi dei suoi dirigenti per pagare qualcuno per fare il lavoro per voi in modo che il concetto di “artista morto di fame” non dovrebbe essere più un argomento.

Piattaforma social My Music Vision – Londra
Internet of Artists, startup londinese fondata da Riccardo Barbieri Torriani con altri italiani, ha lanciato My Music Vision, una piattaforma social innovativa perché indirizzata a una specifica utenza: chi lavora nel mondo della musica. L’obiettivo è quello di fornire tutti gli strumenti professionali utili alla propria attività in un unico posto e mettere in contatto musicisti, professionisti ma anche amatoriali, con produttori artistici e altri operatori del settore musicale, compresi locali pubblici e venue musicali. Per entrare a far parte della community, accessibile dal sito o con l’app, si devono caricare due brevi video-presentazioni, in modo da qualificarsi in relazione a competenze strumentali e di generi musicali.

Occhiali scambiati per opera d’arte – MOMA – San Francisco
A volte in musei come il Moma, in questo caso quello di San Francisco, si fa fatica, se non si è degli esperti, a comprendere il significato vero delle opere di arte moderna esposte, a volte le installazioni sono surreali, strane o totalmente normali, e lì che l’occhio esperto vede, riconosce e apprezza l’opera. Ma non tutti sono esperti, e il 17enne Tj-Khajatan, con gli amici, lo sapeva e ha deciso di mettere alla prova i tanti visitatori del museo. Dopo aver appoggiato per terra vicino a un muro, mentre nessuno lo notava, un paio di occhiali da vista, ha atteso la reazione dei turisti che passavano per la sala. Neanche particolarmente stupiti, o insospettiti, i visitatori osservavano l’opera ‘con le lenti antiriflesso’ tesi nel comprendere il profondo significato che doveva trasmettere. Non sono mancati quelli forniti di macchina fotografica, chinati per immortalare quel raro esempio di arte moderna. Teejay, cosi si fa chiamare sul suo profilo Twitter, tornato a casa ha postato le immagini di questo scherzo irriverente e perfettamente riuscito.