Hits

Hamburger di lusso di Burger King – Regno Unito

Yves Saint Laurent L’HOMME – Limited Edition – disegnato da Jean Nouvel

Leonardo eletto personaggio più influente della cultura – Europa

Mostra Olivetti: una bella società – Torino

Maggio 68: manifesti della rivolta a Parigi – The Hayward Project Space – Londra


Hots

Mostra España 1957-2007: da Picasso, Dalì, Mirò, Tapiés ai nostri giorni – Palazzo Sant’Elia – Palermo
España 1957-2007 si qualifica come una delle più importanti mostre sull’arte spagnola organizzate negli ultimi decenni. Il 1957, quando venne costituito il gruppo El Paso composto, tra gli altri, da Antoni Tapiés, ha rappresentato un cambio radicale nell’arte spagnola, portando a fama internazionale l’intensità drammatica e tenebrosa del Genius Loci spagnolo. La mostra include però anche opere di Pablo Picasso, Joan Mirò e Salvador Dalì, che rappresentano sempre un sicuro punto di riferimento per le giovani generazioni di artisti, e affonda le radici nella tradizione del passato, in particolare il 17° secolo, con Cervantes, Don Quijote e la tradizione barocca. La mostra non è dunque organizzata cronologicamente, ma divisa in sezioni: Quijotismo Tragico, Misticismo Pagano, Esistenzialismo Barocco, Tenebrismo Ispanico e Astrazione Simbolica e Formale.

Mostra Psycho Buildings: Artists Take on Architecture – The Hayward – Londra
Dieci artisti hanno trasformato gli spazi interni ed esterni della galleria londinese The Hayward per il summer show del suo 40° anniversario. L’evento espositivo, intitolato Psycho Buildings sarà aperto al pubblico fino al 25 agosto. E’ una sperimentazione pura – sia quella delle varie proposte artistiche, sia quella a cui sono invitati a partecipare i visitatori – sulla costruzione e sull’esperienza dello spazio abitativo. Non manca un certo approccio critico ed esplosivo, che affianca l’esplorazione visionaria dei possibili concetti di habitat nell’epoca contemporanea. Habitat inteso come luogo fisico o mentale, che coinvolge e stimola l’esperienza corporea, percettiva e relazionale.

Femme Mauresque di Gharrach Mourad – Biennale d’arte africana Dak’Art – Senegal
È polemica a Dak’Art – l’ottava edizione di arte contemporanea africana ospitata nel Senegal – per una mostra fotografica di un artista, Gharrach Mourad, tunisino nato a Parigi. Una sua immagine, la Femme Mauresque, che, come lui stesso afferma, risente dei suoi lunghi studi della pittura di Botticelli. ritrae una bellissima ragazza che indossa il classico velo musulmano. E da questo abito della tradizione islamica mostra un seno nudo. Allo scandalo che ne è scaturito, l’artista ha risposto dichiarando: “Ho voluto negare la volgarità del nudo occidentale e la parallela volgarità del burqa musulmano. Lo so, è la prima volta che in un velo islamico appare il nudo. Ma è la sintesi tra le mie due culture”.

Cuccia Loop di Gaia & Gino
Gaia & Gino, è una azienda di design fondata in Istanbul da Gaye Cevikel che propone innovativi oggetti per la casa e prodotti per la tavola. Il nome del marchio è stato ispirato dal soprannome della sua fondatrice, Gaia, e dal nome del suo cane, Gino. Una nuova linea di prodotti, interamente dedicata a oggetti per cani, è stata lanciata durante ICFF (Salone del Mobile di New York) nel 2006, sviluppata dagli studenti di California College of Arts sotto il coordinamento del designer Yves Behar. La collezione “Gino the Dog” include ciotole in porcellana, ossa di vetro e coperture per le gambe delle sedie (per proteggerli dall’ abitudine dei cani di “mangiucchiarle”). Durante la seconda settimana della fiera quest’anno è stata invece presentata una nuova cuccia di lusso per il cane, fatta di vera pelle, bianca con cuscini morbidi in color rosso brillante, dando un nuovo significato all’espressione “vita da cani”.

Sovhotell Ikea – Stoccolma
Ikea ha inaugurato il suo Sovhotell (sleep hotel) in un centro commerciale di Stoccolma che offre agli affaccendati clienti del mall uno spazio dove riposare: è uno stand completamente bianco, rivestito all’esterno da morbidi cuscini. Al check-in, al cliente viene richiesto il modo preferito di dormire (proni, supini o di lato), per poter fornire il cuscino adatto. Il cliente viene poi invitato ad accomodarsi in una delle piccole stanze disponibili: singole, doppie e perfino una suite nuziale. Per 15 minuti è invitato a fare una “pennichella” con tanto di mascherina per gli occhi, ed una cuffia con musica ambient. È una formula di tryvertising (per i cuscini) molto interessante.

Mostra Superheroes: Fashion and Fantasy – Metropolitan Museum of Art – New York
È in corso al Costume Institute del Metropolitan Museum of Art di New York la mostra Superheroes: Fashion and Fantasy. Sponsorizzata da Giorgio Armani e Condè Nast, la mostra vede la presenza di circa 70 diversi modelli creati nel corso degli anni dalle più prestigiose firme della moda (tra cui Bernhard Willhelm, Walter Van Beirendonck, John Galliano), in quello che viene descritto come un nuovo punto di vista sulla figura del supereroe: i superpoteri e i costumi sono infatti visti come una metafora della moda stessa, capaci di diversificarsi proprio come i vari stili del fashion e cambiare l’identità di chi li indossa.

vibrantBrains – San Francisco
Lisa Schoonerman e Jan Zivic hanno ideato e realizzato a San Francisco vibrantBrains, una singolare palestra, con programmi per mantenere in esercizio i cervelli della comunità cittadina. Si impegnano a fornire output per mantenere i cervelli “vibranti” e più vivaci. Vengono organizzati programmi di training mentale basati su metodi altamente scientifici. La collaborazione con Posit Science™ offre la possibilità di partecipare ad un programma di formazione volto a migliorare la memoria, l’attenzione e la capacità di comprensione negli adulti. Un team di neuroscienziati e altre persone di Posit Science™ sviluppano un programma per aiutare le persone a vivere la vita al massima a qualsiasi età.

Campagna HP Advanced Photo Paper – Malesia
Per promuovere la carta fotografica HP Advanced Photo Paper, che garantisce immagini di alta qualità, true-to-life, in alcuni scorci cittadini della Malesia sono state poste delle strutture di carta che danno l’impressione di trovarsi di fronte ad una fotografia gigante bucata ed oltrepassata da qualcuno. Alcuni dei soggetti scelti, come una veduta del paesino alsaziano di Colmar, sottolineano in maniera sorprendente il contrasto con la cosmopolita Kuala Lumpur Questa ambient-campaign, ideata da Publicis Malaysia, mira ad esaltare l’affidabilità e la qualità della carta HP, e a mostrare come la stessa possa garantire ottime risoluzioni di stampa.

The Great Game to Come – Frankfurter Kunstverein – Francoforte
Dal 13 al 21 Maggio, per i quarant’anni del ’68, la Kunstverein di Francoforte si è trasformata in un parco giochi per bambini. Piccoli, ma anche giovani e adulti, hanno potuto sperimentare in libertà l’arte, respirando l’aria di rivoluzione di allora e partecipando attivamente ad un progetto artistico nato a Stoccolma proprio nel 1968, dall’idea creativa dell’artista danese Palle Nielsen. Durante la settimana del progetto, alla Kunstverein è anche stato possibile informarsi sul progetto originale, intitolato Model for a Qualitative Society, attraverso varie fonti di documentazione messe a disposizione del pubblico.

Entre les murs (La Classe) di Laurent Cantet – Festival di Cannes
Durante la cerimonia di chiusura del 61° Festival di Cannes, il tappeto rosso è stato percorso da un gruppo di teenagers, giovani stelle del film vincitore, Entre les Murs (La Classe). Diretto da Laurent Cantet, il film ha ripreso un anno di vita di un docente francese che insegna in una scuola parigina. Basato sul bestseller autobiografico di François Begaudeau, che è anche il protagonista, Entre les Murs viene esaltato dalle perfomance degli attori non professionisti che recitano il ruolo degli studenti. Il film esce in un periodo in cui il sovraffollamento delle scuole in Francia e la violenza giovanile sono temi attualissimi. La pellicola mostra un quadro realistico delle forze in gioco e delle tensioni all’interno di una classe, e costituisce un’esplorazione di temi universali quali la razza, l’individualismo e la verità.