Hits

Libreria Zhongshuge di X+Living – Chongqing – Cina

Changing The Game – Microsoft di Mccann – Grand Prix Cannes Lions Brand Experience & Activations


Hots

Il giro del mondo in 80 giorni di Airbnb
Hai mai sognato di viaggiare come un personaggio di Jules Verne in un viaggio di 80 giorni intorno al mondo? Da oggi lo puoi fare prenotando un’avventura straordinaria con Airbnb Adventures. E non costa neanche molto: il giro del mondo in 80 giorni costa 4.500 euro a persona. Il prezzo comprende, i pasti, gli alloggi, le esperienze guidate ed i trasporti. Il viaggio toccherà 6 continenti, 18 Paesi, 2 oceani e 4 mari muovendosi con tutti i mezzi a disposizione. Tra le esperienze in calendario ci sono una crociera del Nilo, un tour alle Galapagos e un viaggio in mongolfiera. Il giro del mondo in 80 giorni è il viaggio di lancio di Airbnb Adventure, una novità della piattaforma Airbnb che permette di prenotare avventure uniche che danno accesso a luoghi epici in destinazioni fuori dal comune, solitamente difficili da raggiungere per i viaggiatori.

Anatra Robot di Nissan – Giappone
In Giappone, le anatre opportunamente addestrate sono sempre state un valido aiuto per i coltivatori di riso. Lasciate libere nelle risaie si nutrono di insetti ed infestanti (contribuendo anche a fertilizzare il terreno con gli escrementi). Ora, sempre dal Giappone, arriva un prototipo sviluppato da un ingegnere della Nissan che integra questa saggezza antica: un’ anatra robotizzata che potrebbe aiutare gli agricoltori a ridurre l’utilizzo di erbicidi e pesticidi: il robot replica i processi naturali e grazie alla tecnologia potrebbe renderli più efficienti. Somiglia ai robot aspirapolvere autonomi domestici e pesa circa 1,5 kg, ed è dotato di Gps e connessione wifi. L’anatra funziona ad energia solare per ridurre al minimo l’impatto ambientale. Dotata di due spazzole di gomma montate sulla base, smuove l’acqua e impedisce alle radici delle piante infestanti di attecchire. Il prototipo è oggi in fase di test nella prefettura di Yamagata, ma non sono noti i piani per l’eventuale commercializzazione.

Libro How to became a Federal Criminal (Come diventare un criminale federale) di Mike Chase
Questo libro è una sorta di compendio legale illustrato che, con un tono ironico e a tratti molto divertente, svela alcune sorprendenti normative federali in atto negli Stati Uniti che, se infrante, potrebbero portare un cittadino qualunque ad essere considerato un vero criminale federale e pagarne le conseguenze. L’autore Mike Chase è un popolare avvocato penalista americano che di notte veste i panni dell’umorista legale con il feed Twitter @CrimeADay, in cui racconta i risultati della sua vasta ricerca sugli aspetti curiosi, intriganti e spesso divertenti su alcune leggi criminali americane che spesso sono sconosciute e quasi esoteriche. On How to became a Federal Criminal (come diventare un criminale federale), in particolare, si apprende anche attraverso le immagini che intasare un bagno in un parco nazionale potrebbe portare a una pena di sei mesi in prigione federale. Tra gli altri, vengono citati anche reati reali quanto improbabili come importare un orso polare in stato di gravidanza oppure spedire una mangusta.

H&M Hyper-local – Berlino
H&M ha lanciato una linea di prodotti disponibili esclusivamente negli otto store di Berlino. Si tratta di una limited collection sviluppata da H&M Germania e dall’H&M Group’s Laboratory, il dipartimento del retailer dedicato allo sviluppo di nuovi modelli di business. La nuova produzione di capi nasce dallo studio di dati e informazioni relativi alla vendita raccolti nei mesi precedenti, dai quali sono stati evidenziati alcuni trend estetici specifici della capitale tedesca successivamente applicati a body, trench, pantaloncini da ciclista, gonne, top e tute. La scelta delle linee, dei colori e dei tessuti è stata, quindi, definita dell’unicità del territorio berlinese. “Con questa collezione mettiamo il consumatore al centro dell’attenzione e creiamo una collezione particolarmente locale e quindi particolarmente rilevante, appositamente adattata ai desideri e alle esigenze delle donne di Berlino”, ha dichiarato Heléne Riihonen, business developer dell’H&M Group’s Laboratory.

L’isola senza tempo – Sommarøy- Norvegia
L’isola di Sommarøy, in Norvegia, sembrava candidata ad essere la prima area senza fuso orario e senza orologi. Sostenuta da alcuni abitanti dell’isola, la campagna è stata in realtà ideata dall’agenzia governativa Innovation Norway con l’obiettivo di stimolare il turismo. La provocazione è stata ripresa dai media mondiali raggiungendo 1,2 miliardi di persone, con una spesa inferiore ai 50000 euro. In realtà l’isola manterrà lo stesso fuso orario del resto della Norvegia, e Innovation Norway, ha dovuto scusarsi con un comunicato per aver generato una fake news.

#wethenipple di Spencer Tunick – New York
Il 2 giugno 125 uomini e donne, completamente nudi, hanno invaso Astor Place, strada dell’East Village di New York dove hanno sede Facebook e Instagram, armati di 500 immagini di capezzoli per il flash-mob #wethenipple, coreografato dal fotografo Spencer Tunick e organizzato in collaborazione con la Coalition Against Censorship (NCAC). Scopo della performance: contestare le linee guida dei due social network, che vietano la pubblicazione di capezzoli femminili. I partecipanti hanno coperto i loro capezzoli con adesivi di capezzoli maschili, per evidenziare la rigida e anacronistica disuguaglianza di genere nelle politiche relative alla nudità in vigore sui social networks.

Re-Nylon di Prada
Prada ha annunciato che abolirà il nylon vergine nelle sue collezioni lanciando una collezione di borse realizzate con un filo di nylon rigenerato chiamato Econyl. Frutto della partnership tra Prada e il produttore di filati tessili Aquafil, il nylon Econyl, è ottenuto attraverso il processo di riciclaggio e purificazione dei rifiuti di plastica. Aquafil regala una nuova vita ai materiali di scarto che altrimenti inquinerebbero le discariche e gli oceani del mondo. Come prima fase del suo piano per eliminare gradualmente il nylon vergine nei prossimi due anni, il marchio di moda ha lanciato sei borse in nylon rigenerato, chiamato Re-Nylon. Le sei borse unisex che costituiscono la collezione principale del progetto Re-Nylon sono una borsa a tracolla, una borsa a tracolla, una borsa a tracolla, un borsone e due zaini.

Susanna Bauer – VOLTA Basilea
Con una serie di foglie e rametti cuciti insieme e lavorati all’uncinetto, Susanna Bauer riflette sulla fragilità della natura e l’inestricabile legame dell’uomo per la sua sopravvivenza. L’artista di Cornovaglia, con sede in Inghilterra, attenta a non sbriciolare le foglie secche nel processo, taglia intenzionalmente alcune parti, le riordina e le rimette insieme creando dei capolavori. I dettagli con piccole macchie o il contorno delle foglie brunite, attirano l’attenzione dello spettatore sui modelli naturali di crescita che si trovano all’ interno delle case. Una selezione delle sue sculture autoportanti e incorniciate è esposta dalla galleria Le Salon Vert al VOLTA di Basilea.

Campagna The World Piece di Momondo
Momondo, piattaforma digitale per la ricerca di hotel e voli, ha dato vita a una campagna internazionale lanciata il 14 giugno. Un vero e proprio progetto che ha coinvolto 61 persone appartenenti a Paesi e realtà sociali molto diverse, tutte disposte a raccontare la propria storia in un modo assolutamente originale. Ciascuno di loro ha partecipato, con il proprio corpo e la propria storia, alla creazione di un unico tatuaggio condiviso: The World Piece. Mo Ganji, famoso tatuatore, ha disegnato per ognuno di loro un tatuaggio unico che, accostato agli altri 60, compone un’unica grande opera d’arte vivente. Un sito dedicato ed un video raccontano la campagna e il suo messaggio di inclusione e fratellanza.

Raccolta MINIDISC [HACKED] – Radiohead
“La scorsa settimana siamo stati hackerati – qualcuno ha rubato l’archivio minidisc di Thom risalente ai tempi di Ok Computer, e ci hanno chiesto un riscatto di 150 mila dollari. Così invece di lamentarci troppo di ignorare il fatto, stiamo per rilasciare tutte le 18 ore su Bandcamp, per sostenere Extinction Rebellion. Solo per i prossimi 18 giorni. Solo per 18 sterline potrete scoprire se avremmo dovuto pagare quel riscatto”. Questo il messaggio che l’11 giugno Johnny Greenwood dei Radiohead ha postato sulla pagina Facebook della band, reagendo in modo veloce ed efficace a un ricatto subito online. Le 18 ore di registrazione contengono tutto il lavoro in studio del gruppo per realizzare l’album OK Computer: demo, versioni alternative e jam session live. Materiali non pensaio per la pubblicazione, ma molto interessanti per gli appassionati. Chi lo ha acquistato, ha in più la consapevolezza di aver contribuito alla lotta contro l’estinzione di massa.