Hits

Primo tram senza rotaie – Zhuzhou – Cina

Film Loving Vincent di Dorota Kobiela e Hugh Welchman – Festival Internazionale del film d’animazione – Annecy – Francia

Video Appocalypse – Apple WWDC17 – Stati Uniti


Hots

Partenón de libros prohibidos di Marta Minujín – Documenta14 – Kassel – Germania
Il tempio dei libri proibiti, gli stessi che nel 1933 Hitler fece bruciare nella Friedrichsplatz di Kassel, è stato costruito dall’artista Argentina, Marta Minujin. La riproduzione del Partenone è stata realizzata con 100.000 testi proibiti dal nazismo per essere appartenuti ad ebrei, marxisti o intellettuali antiregime in occasione del festival di arte contemporanea Documenta 14. L’opera, che ha le stesse dimensioni del Partenone di Atene (70 metri di lunghezza, 31 metri di larghezza e 12 di altezza), è stata realizzata grazie alla collaborazione di migliaia di persone che hanno inviato libri censurati da tutto il mondo. Nuovi libri potranno essere aggiunti sull’ impalcatura metallica de El Partenón de libros prohibidos durante il festival, appesi e sigillati in una bustina trasparente per proteggerli da pioggia e intemperie. Il 17 settembre Friedrichplatz tornerà alla normalità e i libri verranno ridistribuiti al pubblico per essere letti nonostante la censura.

Libro Radical Technologies: The Design of Everyday Life di Adam Greenfield
In Radical Technologies l’autore esplora il prezzo che paghiamo per l’uso di tutti gli onnipresenti dispositivi tecnologici, che ci promettono di trasfigurare le nostre vite. Adam Greenfield ci spinge a riconsiderare il nostro rapporto con i tools in rete, i servizi e gli spazi che oggi “ci definiscono”. Egli considera che, usandoli per la navigazione, siamo già dipendenti dagli smartphone per ogni aspetto della nostra esistenza. Secondo l’autore, ci viene raccontato che le innovazioni – dalle interfacce per la realtà aumentate e gli assistenti virtuali alle consegne con i droni e le automobili automatiche – renderanno la vita più facile, conveniente e produttiva. Per Greenfield il dubbio principale sul tema della pervasività delle tecnologie nella vita quotidiana è: “Queste tecnologie radicali hanno colonizzato con successo la vita quotidiana e stanno ora condizionando le nostre scelte negli anni a venire. Cosa succede in realtà? A quali sfide siamo sottoposti, come individui e società? Chi beneficia dell’adozione di questi tools?” Per rispondere a queste domande, il testo di Greenfield chiarisce la natura del momento critico che stiamo affrontando, suggerendo modi per recuperare una partecipazione futura in prima persona.

Le pagine da cuocere di Ikea – Canada
Per ispirare le persone in cucina e migliorare le loro qualità culinarie, Ikea ha presentato The IKEA Easy Recipe Series L’agenzia Leo Burnett di Toronto ha creato una collezione di poster simili a illustrazioni da colorare, da riempire però con tutti gli ingredienti necessari per preparare un vero e proprio piatto. Chiamato Cook this Page, ogni foglio contiene una singola ricetta, con le istruzioni e semplici disegni che dimostrano esattamente dove si deve mettere ogni ingrediente. Le ricette sono stampate su carta forno, con un inchiostro alimentare, quindi una volta disposti tutti gli ingredienti sul foglio, basterà accartocciarlo e cuocerlo. Ikea ha dichiarato di non aver intenzione di distribuire i fogli su scala più ampia, in quanto progettati per uno specifico evento a scopo pubblicitario.

8 ’Till Late di Lucy Sparrow- The Standard High Line – New York
8 ’Till Late è la prima istallazione di questa giovane artista inglese in America: un piccolo negozio di quartiere, una “Manhattan bodega”, completa in ogni dettaglio nella quale poter entrare ed acquistare un prodotto qualsiasi con la differenza che tutto è fatto di feltro: dalle bibite in lattina agli affettati e persino la cassa. Con quest’opera, realizzata per la prima volta nel Regno Unito, Lucy Sparrow ha voluto mettere in evidenza la progressiva scomparsa dei tanto amati corner shop tradizionali. Anche negli Stati Uniti l’istallazione, realizzata in nove mesi di lavoro, ha avuto grande successo e tutti gli oggetti in mostra sono andati venduti già una settimana prima della chiusura, programmata per il 30 giugno.

Progetto House 2 – Counter City della École Polytechnique Fédérale de Lausanne (EPFL) – Zurigo
House 2 – Counter City è un progetto innovativo che ha coinvolto 200 studenti del primo anno della École Polytechnique Fédérale de Lausanne (EPFL). Si tratta di un’ installazione architettonica pubblica di 240 mq, risultato ottenuto dall’accostamento di vari contributi architettonici differenti che sono stati preparati a Losanna e trasportati con sei containers fino a Zurigo, dove sono stati scaricati e riassemblati per formare varie strutture temporanee, che serviranno a ospitare eventi culturali e sociali. Il progetto si basa su un modello sperimentale di progettazione e sperimentazione collaborativa concepita da ALICE (Atelier de la Conception de l’Espace).

Slope-walk di KILD architect si aggiudica la Yangjaegogae Eco Bridge Design Competition – Seoul
I lituani KILD architects hanno progettato Slope-walk una passerella per fauna selvatica che aiuta gli animali a superare un’autostrada vicino a Seoul, vincendo il concorso di progettazione Yangjaegogae Eco Bridge. Il design che lo rende unico rispetto ad altri ponti per animali in tutto il mondo, imita il pendio delle due montagne che collega. Congiungendo le vette dei parchi del Monte Umyeon e Maljukgeori, il ponte verde prevede due corsie per il traffico umano e animale. La parte superiore per la fauna selvatica riproduce un terreno montuoso, con un percorso rettilineo che consente l’accesso alle persone. Nel progettare la forma del ponte KILD architects si sono ispirati ai dipinti del paesaggio coreano, che mira a fondersi con la natura. Il progetto contempla un sistema integrato per la raccolta e la distribuzione dell’acqua in, per rendere autosufficiente la manutenzione del verde. La struttura d’acciaio, completa di ringhiere di sicurezza, sarà posta ad un’ altezza studiata per massimizzare la distanza tra traffico e inquinamento.

Arc Zero di James Tapscott – Japan Alps Art Festival 2017 – Omachi – Giappone
Nel bosco di Omachi, in Giappone, c’è un’arcata di nebbia che porta in un mondo magico, ma solo per pochi giorni. Si tratta di Arc Zero, l’installazione, commissionata dal Japan Alps Art Festival, dell’artista australiano James Tapscott. In questa opera, arte e natura si fondono: un arco di nebbia sovrasta un ponte che conduce al tempio, creando un suggestivo “passaggio” in cui aria, acqua e terra si fondono. Attraversando questo portale (presente solo per la durata del Festival), si entra nei giardini del tempio buddista: lo spettatore viene catapultato in un altro mondo, dove gli unici rumori che si sentono sono quelli della foresta e dell’acqua che invisibile passa sotto il ponte e, senza che nessuno se ne accorga, alimenta l’opera.

Concorso #ThisFirst di Volcom – Stati Uniti
Volcom sta cercando ovunque 15 persone pronte a trasformare le proprie passioni in uno stipendio. Il marchio di abbigliamento, nato nel sud della California ha lanciato ufficialmente #ThisFirst – iniziativa globale che cerca i candidati più ispirati e determinati che avranno l’opportunità di tralasciare il proprio lavoro quotidiano e di concentrarsi sulla passione che desiderano seguire a tempo pieno. Rivolgendosi ai candidati, Volcom ha sostituito il modulo standard con una semplice domanda: “Cosa mettersi al primo posto nella tua vita?”. I vincitori del concorso saranno ricompensati con 5.000 dollari e affiancati dai mentori di Volcom per realizzare il loro sogno. Dopo sei settimane, il loro lavoro sarà diffuso attraverso i canali digitali del marchio e presentato in una festa a settembre presso il Volcom Garden di Austin in Texas.

Il primo pop-up store di Louis Vuitton e Supreme – Londra
Lo scorso gennaio, in occasione delle sfilate autunno-inverno 2017/18, Supreme e Louis Vuitton hanno collaborato per la prima volta realizzando una Capsule collection di prêt-à-porter, accessori e bijoux. L’esclusività di Louis Vuitton ha incontrato la street modernity, super cool, made in USA di Supreme dando vita ad una collezione elettrizzante, che ha fatto impazzire gli addetti e gli appassionati e creato grande attesa sul mercato. Dopo sei mesi dal debutto e l’attuazione di una precisa strategia, in cui il prodotto è stato distribuito con il contagocce (ogni giovedì un prodotto nei negozi delle due brand), ha aperto a Londra, dal 30 giugno al 21 luglio il primo pop-up store dedicato alla collaborazione, in cui fashion victim e adolescenti in jeans potranno finalmente toccare e comprare tutta la collezione completa.

Robot bionici di Festo – 7º Congresso Brasiliano dell’’innovazione – San Paolo – Brasile
Festo, multinazionale leader nell’automazione industriale, ha presentato a San Paolo, in occasione del 7º Congresso Brasiliano dell’’innovazione quattro robots ispirati al mondo animale: AirJelly, Smart Bird, Air Penguin, e BionicANT. Quest’ultimo prototipo, ispirato al mondo delle formiche, cerca di replicare il comportamento cooperativo del mondo animale trasferendolo al settore della tecnologia di controllo tramite algoritmi complessi. Ogni individuo prende decisioni autonome, ma sempre subordinate ad un obiettivo comune. Un approccio il cui sviluppo influirà sullo sviluppo di componenti intelligenti e flessibili per le fabbriche del futuro.