Hits

Film Pets – Vita da Animali di Chris Renaud e Yarrow Cheney


Hots

Dyson demo Space – Londra
Dyson, azienda britannica produttrice di elettrodomestici, ha appena aperto il Dyson Demo Space a Londra in Oxford Street, il suo primo concept store nel Regno Unito per una shopping experience immersiva. Lo spazio, concepito dallo studio d’architettura Wilkinson Wyre propone un percorso espositivo di 200mq, che incoraggia i visitatori a provare e sperimentare i prodotti di punta del marchio: gli ultimi modelli di aspirapolvere, i purificatori aria e gli asciugacapelli. I visitatori ricevono ulteriori informazioni dal personale qualificato e dai maxischermi sui quali scorrono film e immagini.

Museo del gelato – New York
Per un mese, dal 29 luglio al 31 agosto, apre a Manhattan, il Museo del Gelato. Immaginiamo la fabbrica di Willy Wonka, non di cioccolato, ma in versione gelato… con una stanza del cioccolato, un cucchiaio altalena, una piscina interamente riempita di zuccherini nella quale nuotare. Nel Meatpacking District newyorkese, accanto al Whitney Museum e a pochi isolati da Ground Zero, designer, artisti e le migliori gelaterie della città – tra cui Black Tap e OddFellows Ice Cream Co. – mettono in mostra le proprie creazioni, garantendo ai visitatori l’esperienza più lick-able (leccabile) e likeable (piacevole) possibile. Fra le varie golose installazioni, troveranno spazio gli esperimenti del Dr. Irwin Adam, fondatore di Future Food Studio, per trovare il gelato del futuro, palloncini commestibili, sandwich di gelato da cavalcare e anche un app stile Tinder per trovare il proprio gusto ideale. Appuntamento a New York il 29 Luglio per l’opening day con ingresso gratuito e poi tutti i giorni tranne il Martedì al costo di 18 dollari, gelato compreso.

Dolce & Gabbana a Napoli
In occasione del 30° anniversario del Brand D&G, Domenico Dolce e Stefano Gabbana hanno scelto la città di Napoli per ospitare i numerosi eventi organizzati per celebrare la loro storia di successo. La città – dai quartieri popolari alle prestigiose location scelte dai due noti stilisti – ha partecipato con gioia e passione alla vera e propria invasione da parte di un parterre internazionale di vip e giornalisti proveniente da tutto il mondo. Dal 7 all’10 luglio, infatti, si sono susseguiti eventi di ogni tipo, tra cui la sfilata dell’Alta Moda nei vicoli di Spaccanapoli, l’apertura di un pop-up store nei saloni del Circolo Rari Nantes , e il grande Party a Posillipo con oltre 400 invitati e la madrina di tutto il progetto, Sofia Loren, a cui è stato dedicato anche un rossetto in limited edition. A completare il tutto la campagna autunno inverno 2016/2017 di Dolce & Gabbana è un reportage nei vicoli di Napoli realizzato da Franco Pagetti, fotoreporter di testate internazionali come il Time.

The Real Cannes di Rankin e WeTransfer – Cannes
The Real Cannes è il nome di una ripresa fotografica e di una mostra online a Cannes, ma non è nulla di ciò che ci si aspetterebbe. Ogni estate il gotha dell’ industria creativa si raduna in Costa Azzurra. Quest’anno, WeTransfer e Rankin, sfidando i luoghi comuni, si sono concentrati sui residenti di Cannes. Rankin e WeTransfer hanno snobbato le feste che caratterizzano questa località turistica, e hanno invece scelto di immortalare i veri eroi di Cannes. I personaggi unici e straordinari che abitano questo luogo, gioiello della Costa Azzurra. Mettendo al centro le persone reali di Cannes, Rankin ha battuto le strade per documentare questo lato insolito di Cannes. Le fotografie, senza ritocchi o manipolazioni, sono state caricate in tempo reale su WeTransfer dando vita ad una mostra fotografica inn diretta.

Mostra DMM. PLANETS art by teamLab – Tokyo
DMM. PLANETS art by teamLab è la mostra inaugurale dell’evento estivo organizzato da Fuji television di Odaiba, a Tokyo, realizzata dal collettivo artistico teamLab in partnership con Fuji television e DMM.com, società giapponesi di commercio elettronico e internet. TeamLab, gruppo interdisciplinare ultra-tecnologico, propone un’ampia esposizione delle sue opere più ingombranti: 3000 mq di spazi interattivi e polisensoriali da esplorare. Mondi stupefacenti di luce cangiante, da “wander through the crystal universe” a “‘drawing on the water surface created by the dance of koi and people — infinity”. Ogni installazione nasce ispirandosi ad un aroma: della foresta, dei fiori e persino dell’universo.

I magneti delle “Parole orrende” di Vincenzo Ostuni – Tic edizioni
Nate su Twitter, le #ParoleOrrende adesso sono diventate magneti da frigo a cura di Tic Edizioni. Da “Ciaone a “bacissimi!” sono tutte le Parole Orrende che l’editor, poeta e scrittore Vincenzo Ostuni raccoglie da anni su Twitter [hastag #ParoleOrrende]. Si tratta di un grande lavoro fatto collettivamente su Twitter, grazie al contributo di chi ha seguito Ostuni nella sua ricerca del brutto nel linguaggio quotidiano degli italiani. L’autore stesso racconta che: “Dall’aprile del 2012 con un’amica milanese, a cena, cominciammo a fare l’elenco delle parole più orrende che conoscevamo: ricordo che citammo ‟piuttosto che”, ‟insalatona”, ‟mutandine”… Mi venne l’idea di cominciare un hashtag su Twitter, appunto #ParoleOrrende. Ricevette subito un buon seguito e molti contributi appassionati. Ora i magneti di Ostuni permettono di comporre orrendi poemi cut-up, fastidiosissimi sì, ma anche molto divertenti.

TOILETPAPER per Galerie Lafayette – Parigi
Le Gallerie Lafayette hanno invitato TOILETPAPER per festeggiare l’estate a Parigi. A partire dal 6 luglio il duo creativo Maurizio Cattelan e Pierpaolo Ferrari vivacizza il grande magazzino con una serie di vetrine, una mostra e un’installazione sotto la cupola. Per le vetrine, TOILETPAPER ha progettato 11 quadri visibili su Boulevard Haussmann. L’Estate, Parigi e il romanticismo sono i temi presentati. Tra le scene una Torre Eiffel in vacanza su un’isola deserta e una donna circondata da una miriade di oggetti appartenenti all’immaginario TOILETPAPER. Il duo artistico offre ai visitatori uno sguardo spiritoso su Parigi, in un fiorire di colori estivi con accenni di blu, bianco e rosso.

Installazione Swings di Max Mertens – Lussemburgo
L’artista lussemburghese Max Mertens ha installato 450 altalene di legno “nel cielo” di Rue Philippe II per offrire ai pedoni una nuova esperienza in un luogo a loro familiare. L’installazione Swings (altalene) vuole evocare la nostalgia per lunghi giorni d’estate e ricordare ai passanti la loro infanzia. Le corde sono dipinte in colori vivaci per attirare l’attenzione delle persone che camminano sotto. “Ri-appropriate, moltiplicate e trasposte in un contesto iinsolito – sospese su una via pedonale – le altalene diventano una giocosa opera d’arte” dice Mertens. L’installazione è il progetto vincente tra i cinque presentati al concorso promosso dall’Associazione Rue Philippe II, insieme al Casino Luxembourg Art Museum e la Città del Lussemburgo. Ci sono voluto due mesi per progettare e costruire le altalene, tutte realizzate a mano da un falegname locale.

Orologio in tempo reale di Marteeen Baas – Aeroporto di Schiphol – Olamda
Il designer olandese Maarten Baas ha sostituito il tradizionale orologio a lancette con la performance video Real Time Clock della durata di 12 ore. L’orologio, alto tre metri, è stato installato all’aeroporto Schiphol di Amsterdam e presenta un film di Baas che disegna e ridisegna le lancette con rullo e pennello. Progettato per trasmettere “una rappresentazione iperrealistica del tempo”, il video dura esattamente dodici ore, necessarie per vederlo integralmente. Baas indossa un camice blu, come le uniformi degli addetti alle pulizie dell’aeroporto. L’orologio è racchiuso in una scatola d’acciaio, alla quale è poggiata una scala a pioli. Come se l’uomo in blu potesse in questo modo entrare nel meccanismo.

Sospeso Adult VR Fest 01, festival porno in Virtual Reality – Tokyo
Cancellazione “precoce” per Adult VR Fest 01 il primo festival del porno in realtà virtuale in Giappone. I problemi sono iniziati ad emergere anche prima che il festival aprisse i battenti, con un numero eccessivo di persone che si sono presentate causando un sovraffollamento in attesa di entrare. “Sono andato lì di buon ora, ma il luogo era già stracolmo di gente” ha dichiarato un giornalista. “C’erano così tante persone che era quasi impossibile tenere la situazione sotto controllo”. La risposta delle persone al festival è stata così travolgente che le autorità giapponesi hanno deciso di annullare l’evento. L’organizzazione ha chiesto scusa e ha detto che la prossima volta il festival si svolgerà in una location più grande.