Hits

Queen Mary II – Southampton

Febbre dei polli

Spirit – Marte

Il lifting di Berlusconi – Italia

Crac Parmalat – Italia


Hots

Excess. Moda & Underground negli anni Ottanta, Firenze
La Fondazione Pitti Immagine Discovery di Firenze, ha organizzato la mostra Excess. Moda & Underground Negli Anni ’80. Gli anni ’80 sono un periodo complesso. Per l’Italia uscita dall’oscurità degli anni di piombo sono gli anni dell’affermazione del Made in Italy. Ma quel che rimane di quel decennio nella memoria ravvicinata è spesso solo un accumulo di eccessi senza contenuto. La mostra, attraverso moda, design e costume, vuole scoprire cosa sono stati veramente gli anni ’80. Creatività e novità sono le parole chiave di un periodo che sembra sfuggire a ogni precisa definizione nelle sue contraddizioni apparenti.

Bisturi: nessuno è perfetto, Italia
Il canale TV Italia 1 ha lanciato un nuovo programma, ispirato ai reality Extreme Makeover sulla trasformazione dell’aspetto che spopola alla tv Usa. Bisturi: Nessuno è perfetto va in onda per sei puntate offrendo la possibilità a persone note, ma soprattutto alla gente comune, di migliorare il proprio aspetto non solo a colpi di spazzola, maquillage o dresstyle, ma ricorrendo a trattamenti estetici più complessi, fino a giungere alla chirurgia estetica. I dati di ascolto segnalano un confortante declino nel numero di spettatori.

Festival Internazionale del fumetto, Angouléme
Ogni anno per alcuni giorni Angouléme si trasforma, diventando luogo di espressione, fermento e incontro del mondo del Fumetto. Dal 22 al 25 gennaio la cittadina francese ospita la 31esima edizione di un Festival che è diventato un punto internazionale di riferimento: tre decenni di cultura del fumetto si racchiudono nel complesso intreccio tra città e artisti. Attorno all’evento è nata una vera e propria cultura dedicata allo studio, il Centre National de la bande dessinèe. Il premio della Città, in occasione del Festival, è andato quest’anno a un giovane autore: Zep.

Elizabeth Costello di J. M. Coetzee
Nell’ultima opera del premio Nobel per la Letteratura 2003 J.M. Coetzee, Elizabeth Costello, lo scrittore esprime considerazioni profonde sull’arte della scrittura attraverso la storia di Elisabeth Costello, una famosa scrittrice australiana. Ella ricopre un ruolo femminile complesso, è moglie (due volte), madre di due figli e autrice di successo. Come l’autore, ella rifugge ogni espressione di mondanità e, perciò, fatica a stabilire relazioni con il mondo del giornalismo. Attraverso la narrazione, il lettore riesce a scoprire il personale significato dato dallo scrittore alla propria attività.

Microsoft potential
Con la nuova campagna pubblicitaria globale Potential, Microsoft vuole comunicare i suoi valori orientati alla ricerca della creatività e delle possibilità inespresse di ogni cliente. “Crediamo nel potenziale di ogni persona – recita il comunicato stampa -, ed è questo che ci dà l’ispirazione per creare software in grado di realizzarlo. Per noi, il vero valore del nostro software è nelle possibilità che offre a chi lo utilizza. In Microsoft vediamo il mondo non solo come è, ma come potrebbe diventare”.

Super Size Me di Morgan Spurlock
Mangia per un mese solo McDonald’s e ne certifica, in un documentario, i nefasti effetti per la salute. Sulla scia di Michael Moore, il cineasta americano Morgan Spurlock è sceso in campo contro un mito dell’America: il fast food degli “Archi d’Oro”. Moore aveva messo nel mirino le armi facili degli americani. Per Spurlock, autore del documentario Super Size Me presentato al Sundance Film Festival, l’obiettivo sono state le polpette, le patatine e le bibite gassate che si mangiano e si bevono nella catena multinazionale del fast food. I medici hanno confermato: “Morgan era in partenza sano come un pesce e si è rovinato la salute seguendo questa dieta”, ha testimoniato il dottor Daryl Isaacsm, che ha seguito fin dall’inizio il progetto.

Ritz Carlton, Berlino
L’Hotel Ritz-Carlton in Potsdamer Platz, inaugurato il 12 gennaio, è la prova concreta dei cambiamenti in atto a Berlino, città che continua a rappresentare una meta culturale. L’impressionante edificio ricorda i grattacieli si Chicago e New York e i suoi interni, creati da Peter Siling, mostrano i tratti dello stile imperiale tedesco mescolati con elementi di design moderno. Gli ospiti dispongono di 302 camere lussuose, fornite di bagni con pavimento riscaldato. Per i momenti di relax è a disposizione la spa interna, mentre pasti informali vengono serviti nella Brasserie del 1875, i cui arredi sono stati smontati dalla collocazione originaria di Macon in Francia e riassemblati nell’albergo.

Starbucks e Gate 104, Parigi
Starbucks è finalmente arrivato nel paese che ama pensare di avere inventato il bar. Dopo oltre sei anni dall’arrivo in Europa – si trova già nel Regno Unito, in Svizzera e Austria – Starbucks Corp. ha inaugurato il suo primo punto vendita parigino nel gennaio 2004, con il partner spagnolo Grupo VIPS, nei pressi dell’Opera. Un’altra interessante apertura negli stessi giorni è stata quella di Gate 104, il più grande cyber-cafè d’Europa, dotato di 500 potenti computer dedicati ai videogiochi in rete.

Big Fish di Tim Burton
Ispirato all’omonimo libro di Daniel Wallace, Big Fish, l’ultimo film di Tim Burton, è una favola romantica, visionaria e fantastica, nella quale il regista mescola mito e realtà e gioca con i clichè tipici delle fiabe e della società americana. Il film racconta la storia di ‘una vita straordinaria, costellata d’imprese epiche e surreali, giganti, lupi mannari, gemelle siamesi e streghe, ricostruita attraverso i ricordi del suo protagonista, Edward Bloom (Ewan McGregor da giovane e Albert Finney in età adulta). Il regista ha esplorato quel mondo di emozioni inespresse che spesso caratterizza il rapporto padre-figlio.

Toyota sorpassa Ford
Risultati straordinari per il gruppo Toyota che nel 2003 supera Ford, diventa numero due mondiale e rincorre la General Motors, la prima in classifica. La Toyota – annunciano da Tokyo – ha aumentato le vendite globali del 10 %, rispetto all’anno precedente raggiungendo una quota di 6.783.000 auto. La casa automobilistica giapponese ha aumentato essenzialmente le sue vendite all’estero, crescendo del 13% con 4,48 milioni di macchine esportate nel mondo. In aumento le vendite negli Stati Uniti che hanno acquisito oltre 2 milioni di auto. Segue il mercato europeo che ha assorbito circa 800.000 macchine, superando in un anno la quota che la casa automobilistica giapponese voleva raggiungere in due anni.