Hits

Libro The Ickabog di J.K. Rowling


Hots

Pura-Case di CRA – Carlo Ratti Associati
Pura-Case, progettato durante il periodo di lockdown da CRA Carlo Ratti Associati per la startup tecnologica Scribit di Torino, è un purificatore trasportabile per abiti. La sua azione sanificatrice, attraverso l’uso dell’ozono, è in grado di rimuovere dai vestiti la maggior parte dei microrganismi, batteri e virus. Alimentato a batteria, è trasportabile e posizionabile ovunque in casa oppure all’interno del guardaroba: dopo avere inserito all’interno della custodia un capo di abbigliamento, si avvia il processo tramite un pannello sulla struttura oppure da remoto, tramite la app Pura-Case. Il ciclo completo di purificazione ha la durata di circa un’ora, purificando ed eliminando tutti gli odori dai tessuti.

Concorso Fountain of Hygiene di Bompas & Parr – Londra
Bompas & Parr, studio di Experience Design di Londra ha lanciato Fountain of Hygiene: Sanitiser Design Competition, ricevendo 182 proposte da progettisti e creativi di tutto il mondo. Il concorso ha cercato di stimolare ed esplorare le possibilità comportamentali, gestuali, funzionali, estetiche, sociali ed esperienziali relative all’uso di igienizzante, o comunque alla sanificazione delle mani. Un atto quotidiano per la salute individuale e sociale, un piccolo-grande rituale da normalizzare, senza perdere di piacevolezza. La categoria Industrial Design è stata vinta da The Bubble Party, reinventando il popolare oggetto di scena per bolle d’aria come una divertente attività di pulizia delle mani: la macchina, rivestita di rame (noto per le sue proprietà antivirali), produce bolle di disinfettante per le mani che invitano al gioco e all’igiene condivisa.

Tessuti ViroFormula di Albini Group
Albini Group ha sviluppato e presentato i tessuti ViroFormula: una nuova categoria di prodotti in grado di proteggere da virus e batteri, anche dal ben noto Coronavirus. L’utilizzo della tecnologia HeiQ Viroblock impedisce ai tessuti ViroFormula di diventare una superficie ospite per la diffusione di virus e batteri nocivi, contribuendo quindi a ridurre il rischio e la velocità di contaminazione e trasmissione. Gli elementi chimico-tessili sono utilizzati per distruggere il virus in pochi minuti attraverso la combinazione in attesa di brevetto di una tecnologia della vescicola grassa (liposomi), che distrugge i virus esaurendo la membrana virale nel suo contenuto di colesterolo, dopo che gli stessi sono stati bloccati da ulteriori tecnologie a base d’argento che attivano reazioni antivirali ad alto spettro attraendo i virus e legandosi permanentemente ai loro gruppi zolfo.

Handy di Matteo Zallio
Matteo Zallio, giovane ricercatore italiano presso l’Università di Stanford, ha notato come durante il lockdown le persone abbiano cambiato il modo di interagire con gli oggetti nello spazio pubblico. Nello specifico tutti cercano di evitare il contatto con le maniglie delle porte dei negozi e delle auto, con le tastiere degli ATM e con i pulsanti negli ascensori. Per rispondere a queste nuove necessità, ha progettato Handy, un oggetto multiuso in grado di evitare il contatto con le superfici. Handy è open source: è quindi possibile scaricare gratuitamente il file per poterlo stampare in 3D. L’oggetto è ergonomico, facile da trasportare, adatto sia a destrorsi che mancini e molto semplice da igienizzare.

Lilypad Palm Beach – Australia
Si chiama Lilypad Palm Beach ed è una lussuosa villa galleggiante a largo del sobborgo marino di che offre servizi e comfort da resort tra le onde dell’Oceano Pacifico del Sud. Non è troppo lontano dalla costa, ma è facile immaginare come, una volta entrati, ci si senta catapultati a milioni di miglia di distanza dal caos. Questo boutique hotel, prenotabile anche su Airbnb, , è pensato soprattutto per pernottamenti romantici. Può essere utilizzato anche come luogo per eventi o per ospitare amici (fino a 16) a pranzo). Il suo ideatore, il designer Chuck Anderson, è riuscito a realizzare la sintesi tra il lusso contemporaneo ed il rispetto dell’ambiente circostante: Lilypad è infatti alimentata esclusivamente ad energia solare.

Room service by Stadt – Svezia
L’Hotel Stadt ha trasformato le proprie stanze in 67 spazi da pranzo privati e permettendo a coppie o piccoli gruppi di consumare pranzi e cene fuori casa, mantenendo il distanziamento tra i commensali. Invece di prenotare un tavolo in un ristorante, ai clienti viene così offerta un’intera stanza. Gli ordini possono essere comunicati al telefono, così nessuno deve lasciare la stanza. Le camere possono ospitare da due a dodici persone e il menù prevede due portate al prezzo di circa 30 Euro. La stanza rimane a disposizione degli ospiti per due ore e mezza, ma coloro che desiderano prolungare il pasto o pernottare, possono farlo a un costo aggiuntivo. Il concetto di Room service by Stadt, accolto con favore dal pubblico, ha permesso di riaprire e rilanciare spazi e attività, offrendo un’alternativa protetta e piacevole a vecchi e nuovi clienti.

D-Fence Pack – Fiat
La Fiat ha presentato il nuovo D-Fence Pack disponibile per le 500 e le Panda Hybrid. Il kit è composto da tre accessori pensati per rendere l’auto igienicamente più sicura. Le vetture vengono dotate di un filtro abitacolo ad alte prestazioni capace di bloccare il 100% degli allergeni e il 98% dei batteri. Questo dispositivo filtra l’aria esterna che viene utilizzata dal sistema di condizionamento e ventilazione, prima che venga immessa nell’abitacolo. Il secondo dispositivo è un air purifier, da installare all’interno dell’auto, ma che può essere anche asportato e utilizzato in casa, dotato di filtro HEPA che purifica l’aria dell’abitacolo filtrando e trattenendo le micro-particelle, quali il polline e i batteri. L’ultimo accessorio dell’allestimento è una piccola ed efficace lampada a raggi UV che elimina fino al 99% dei batteri presenti sulle superfici e aiuta a igienizzare tutte le zone più esposte al tocco della mano: il volante, il cambio, i sedili. La lampada può igienizzare anche gli oggetti da trasportare nella propria abitazione, come i sacchetti della spesa.

The Skateroom – Bruxelles
The Skateroom è una B Corporation impegnata in una forma di business non convenzionale, con impatto positivo sulla società e sull’ambiente. The Skateroom offre uno spazio di azione e collaborazione tra artisti famosi, fondazioni d’arte e skateboarders. Gli artisti coinvolti creano le loro opere utilizzando, al posto delle tele, tavole per skateboard prodotte in modo sostenibile ed esclusivamente con materiali naturali. Tra le ultime realizzazioni si segnalano l’edizione limitata proposta dall’artista americano Raymond Pettibon, ispirata alle opere esposte al MoMA di New York, e la serie ideata dall’artista giapponese Yoshitomo Nara in collaborazione con il LACMA di Los Angeles. La scelta dello skateboard non è casuale: il mezzo rappresenta un modello di mobilità economico e un simbolo di libertà nella visone di Charles-Antoine Bodson, il fondatore di The Skateroom.

The Restaurant Project di Haus – Stati Uniti
Haus, azienda californiana specializzata nella produzione e vendita diretta online di aperitivi alcolici, ha presentato The Restaurant Project, iniziativa benefica a sostegno di nove ristoranti statunitensi la cui attività è stata penalizzata dal Covid 19. In collaborazione con gli chef di questi locali, sono state studiate nove formulazioni di aperitivi diverse, che riflettono l’approccio culinario di ognuno dei ristoranti prescelti. Gli utili realizzati dalla vendita delle bottiglie vengono immediatamente devoluti ai ristoranti, che possono così coprire una parte dei costi sostenuti per affrontare il Coronavirus e sostenere economicamente i loro dipendenti. Già nella prima settimana dal lancio del progetto, Haus è stata in grado di inviare migliaia di dollari ai ristoratori in difficoltà.

Piatto Buono di Just Eat
In occasione della Giornata Nazionale contro lo spreco alimentare, Just Eat ha presentato l’iniziativa Piatto Buono, ossia un piatto a sorpresa presente nel menù dei ristoranti partner di Just Eat, creato con prodotti freschi invenduti, prodotti non conservabili e materie prime in eccedenza o prossime alla scadenza, a un prezzo scontato (tra i 3 e i 7 euro). Il Piatto Buono, che potrà essere aggiunto al proprio ordine su Just Eat, e che sarà preparato al momento dal ristorante, ha l’obiettivo di ridurre lo spreco alimentare. Per ogni Piatto Buono ordinato a domicilio, Just Eat ne donerà un altro a comunità e case accoglienza in collaborazione con la Caritas delle città di Milano, Torino, Roma e Napoli grazie a consegne mensili direttamente a domicilio di pranzi e cene.