Hits

La giornata della collera – Piazza Affari – Milano

No Country: Arte Contemporanea di Sud e Sudest Asiatico – Guggenheim UBS MAP Global Art Initiative – New York


Hots

Son of Rogue’s Gallery: Pirate Ballads, Sea Songs & Chanteys di artisti vari
Un progetto musicale e un CD che raccoglie ballate di pirati e canti marinareschi dell’ottocento nell’interpretazione di importanti musicisti e cantanti. Questo è Son of Rogue’s Gallery: Pirate Ballads, Sea Songs & Chanteys, trentasei tracce dove il mare e la vita rude, così come i sentimenti e le avventure, sono al centro dei racconti e dell’immaginario. Seconda tappa di un percorso discografico inaugurato nel 2006 da Johnny Deep, Son of Rogue’s Gallery ha coinvolto fra gli altri Tom Waits, Keith Richards, Courtney Love, Nick Cave, Patty Smith, Iggy Pop.

Mostra Looking at the view – Tate Britain – Londra
Nel maggio 2013 la Tate Britain completerà i lavori di riorganizzazione delle sue preziose collezioni d’arte che comprendono opere dal 1540 ai giorni nostri. Il 12 febbraio 2013 è stata inaugurata un’interessante mostra che presenta il nuovo approccio dell’importante museo. La mostra si chiama Looking at the view e propone il tema del paesaggio e del punto di vista dell’artista sul mondo circostante negli ultimi 300 anni. La scelta dei curatori è stata quella di proporre associazioni insolite tra opere d’arte lontanissime tra loro, in termini temporali e stilistici, suggerendo una lettura orizzontale e non cronologica. Così le opere di Tracey Emin “dialogano” con i quadri del 18° secolo di Joseph Wright, suggerendo connessioni e affinità inaspettate.

Libro Solos culturais – Brasile
Il 22 febbraio è stato presentato a Rio de Janeiro il libro Solos culturais (territori culturali), progetto della Segreteria della cultura e dell’università UFRJ con il patrocinio dell’azienda Petrobras. Si tratta di una “mappatura” di istituzioni, gruppi e individui che producono cultura in cinque favelas pacificate della città (Rocinha, Complexo do Alemão, Complexo da Penha, Manguinhos e Cidade de Deus). Il libro riunisce il lavoro sul campo di 100 giovani residenti nelle 5 favelas, formati in ricerca sociale, che per due mesi hanno osservato e documentato gli esempi più significativi di attività culturali (musica, arte, moda, cinema, fotografia, danza, poesia) nella loro comunità di residenza. Un indirizzario, ma anche un’importante “vetrina” per questi agenti di sviluppo culturale.

Atooma vince al Mobile Premier Awards 2013 – Barcellona
Atooma è la app made in Italy per Android che si è aggiudicata il primo premio al Mobile Premier Awards 2013. Questo software permette la creazione, da parte dell’utente, di azioni personalizzate per il proprio device mobile, senza che sia necessario conoscere o lavorare su alcun codice di programmazione. Con Atooma si può istruire il cellulare affinché esegua tutta una serie di compiti dei più vari: mandare da solo un sms ogni volta che si arriva a casa, attivare il vivavoce quando si è in macchina, eliminare la suoneria se si è al lavoro e molte altre operazioni ancora, anche assai più complesse che possono includere interazioni con Facebook, Dropbox o i servizi di Google, oltre alle funzioni di localizzazione.

Mostra The Gourmand No.1 – 18 Hewett Street Gallery – Londra
L’acclamata rivista di cultura alimentare e arte, The Gourmand, ha fatto il suo debutto in mostra alla 18 Hewett Street Gallery di Londra il 22 di Febbraio. The Gourmand ha presentato alcune stampe in edizione limitata commissionate appositamente per i numeri 00 e 01 della pubblicazione. Tra le altre le fotografie di Gustav Almestål che ritraggono il piacere sensuale del cibo, gli scatti di Robin Friend che raffigurano la voracità dei coccodrilli mentre mangiano, e le scene vuote delle trattorie newyorkesi di Paolo di Lucente. In mostra anche l’installazione progettata da Jean Jullien, una scultura di un enorme tavolo da pranzo.

Comme des Carrés
Il marchio giapponese COMME des GARÇONS e l’icona del lusso francese Hermès, hanno avviato una collaborazione unica nel suo genere: Comme des Carrés. Il risultato è una piccola collezione di foulard che unisce il lavoro astratto di COMME des GARÇONS con le classiche immagini equestri di Hermès. Una prima serie completamente a colori è stata immediatamente seguita da una seconda collezione in bianco e nero. Il prezzo di vendita di questi foulard va dai 550 ai 2300 USD. La collezione è stata resa disponibile in date diverse soltanto nei negozi COMME des GARÇONS di Parigi, New York e Tokyo, ma anche ai Dover Street Market di GInza e Londra.

Drones of New York – Stati Uniti
Il 30 settembre 2015, i voli commerciali dei droni saranno ammessi negli Stati Uniti e per farci riflettere su come potrebbe essere un futuro pieno di droni l’artista Rajeev Basu ha collaborato con alcuni dei più famosi designer del mondo per portare i droni di New York nelle strade della città. I 13 artisti e designer internazionali che hanno contribuito dovevano creare un drone personalizzato, disegnando su un modello di base che Basu ha creato attraverso un’applicazione di webGL poi sono stati lanciati in giro per New York e seguiti con Google Street View. I risultati (alcuni pratici, altri stravaganti) restituiscono una selezione di UAV in colori vivaci e un po’ ironici, che fanno riferimento alla Coca-Cola, a John Lennon o all’Astroland di Coney Island. I disegni sono sul sito Drones of New York ed esposti presso il Museo delle immagini in movimento di New York.

Serie TV House of Cards su Netflix– Stati Uniti
House of Cards, la nuova serie politica americana con Kevin Spacey, Robin Wright e Kate Mara, con la regia di David Fincher, già autore di “The Social Network” e “Fight Club”, è uscita il 1 febbraio 2013 su Netflix, che ha messo online l’intera prima serie in una sola volta e senza interruzioni pubblicitarie. Netflix non ha comunicato quanti sono stati gli utenti, ma circola voce che House of Cards sia già diventata la loro prima offerta commerciale, spingendo nuovi utenti alla sottoscrizione degli abbonamenti a 7.99$ al mese che dà accesso a un vasto catalogo di film e serie TV. Al momento nessun altro canale TV, in streaming o via cavo ha seguito l’esempio di Netflix nel rilasciare una intera serie in una sola volta, ma gli analisti media affermano che House of Cards sta cambiando il modo in cui le persone guardano la TV. “La possibilità di vedere tutti gli episodi in una sola volta mi ha dato il potere di vedere la serie secondo i miei tempi e non quelli di una catena televisiva”, dice Kerry Lutz, avvocato newyorkese ospite di talk shows.

Documentario Searching for Sugar Man di Malik Bendjelloul
Tra gli Oscar 2013, quello per miglior documentario è andato a Searching for Sugar Man del regista svedese Malik Bendjelloul. La pellicola narra la storia di due fan sudafricani partiti negli anni ’90 alla ricerca della verità sulla presunta morte del loro idolo, il cantante americano Sixto Rodriguez, sconosciuto in patria ma idolo famosissimo in Sudafrica durante gli anni ’70. La peculiarità del documentario non sta nella storia narrata, quanto piuttosto su come è stato girato: inizialmente con cinepresa 8mm, ma poi completato con un iPhone ed una economica app da 1,79 euro. Il risultato, curatissimo e rielaborato con effetto vintage, ha permesso al regista di terminare con successo un lavoro per il quale non aveva più budget sufficiente.

Banksy – “Slave Labor (Boy Bunting)” Murale scomparso – Londra
Un graffito dell’artista britannico Banksy è stato ritirato dall’ asta a Miami il 23 febbraio dopo che i residenti di un quartiere di Londra hanno fatto pressione per riaverlo, secondo l’Associated Press. Il murale “Slave Labor (Bunting Boy)” rappresenta un giovane ragazzo con una vecchia macchina da cucire che cuce bandiere britanniche. Comparso nel maggio 2012 sul muro esterno di un discount a Haringey, quartiere a nord di Londra, è scomparso pochi giorni fa, lasciando solo una macchia di mattoni a vista. Dopo aver appreso che l’opera sarebbe stata messo all’asta, i membri del consiglio di quartiere di Haringey hanno inviato una lettera aperta alla casa d’aste di Miami chiedendone la restituzione. Dalla vendita si prevedeva un incasso tra i 500.000 e i 700.000 dollari, ma la casa d’aste l’ha annullata senza fornire spiegazioni. Claire Kober, sua residente, ha dichiarato che il consiglio di quartiere vuole riportare il lavoro a Londra.