Hits

Grbavica di Jasmila Banic

Nuovo terminal aeroporto Barajas – Madrid

Smascherato JT Leroy – USA

Cell di Stephen King

Malinconia Genio e Follia nell’Arte – Museo nazionale – Berlino


Hots

Due film sulla querra in Iraq
Ricostruendo le vicende reali di quattro giovani, il regista inglese Michael Winterbottom ci introduce ai tristemente famosi campi di prigionia della Baia di Guantanamo, luoghi in cui, a dispetto delle dichiarazioni di Rumsfeld, i diritti umani sarebbero sistematicamente violati. Alla violenza della prigionia mostrata da The Road to Guantanamo, si accompagna la dissacrazione della guerra espressa in Jarhead di Sam Mendes. Non gli eroi che popolano l’immaginario collettivo, ma giovani eccitati, rissosi e contemporaneamente terrorizzati, con la passione per la musica rock, una predilezione per la pornografia ed una crescente e insoddisfatta sete di sangue. In entrambi i films viene mostrata l’altra faccia della guerra in Iraq.

Cowboys Are Frequently, Secretly (Fond of Each Other) di Willy Nelson
Spinto dal successo del film Brokeback Mountain, candidato a otto Oscar e alla cui colonna sonora ha anche contribuito, il grande musicista country Willie Nelson ha fatto “outing musicale” diffondendo per San Valentino una canzone sull’amore omosessuale tra cowboy. Si intitola Cowboys are Secretly, Frequently (Fond of Each Other), scritta nel 1981 da Ned Sublette. Willy Nelson l’ha incisa lo scorso anno ed è stata trasmessa per la prima volta nel corso dello show di Howard Stern sulla emittente radiofonica satellitare Sirius. Ora il brano è disponibile per il download su iTunes. Cowboys are Secretly, Frequently (Fond of Each Other) recita in un passaggio: “Dentro ogni cowboy c’è una donna che vorrebbe venir fuori”.

Sesso ad alta quota: in volo con la suite, Israele
Stufi del sesso a terra? Una compagnia aerea israeliana ha lanciato un’offerta per venire incontro agli amanti dell’accoppiamento ad alta quota: quarantacinque minuti di volo a bordo di un aereo con stanze da letto attrezzate con tutti i comfort per un incontro romantico tra le nuvole. Secondo il più diffuso quotidiano israeliano, Yediot Aharonot, le suite sono ben decorate, con tanto di champagne sempre fresco, cioccolatini, profilattici e oggetti erotici. Il volo parte e rientra all’aeroporto di Tel Aviv e costa 200 dollari. Il pilota, Tamir Harpaz, che cura anche un sito erotico online, mette a disposizione dei clienti alcune telecamere per coloro che vorranno avere un video-ricordo dell’esperienza.

Self-made man. One woman’s journey into manhood and back again. di Norah Vincent
La scrittrice Norah Vincent ha vissuto direttamente un’esperienza culturale per poterla assimilare, riportando nel suo ultimo libro quello che ha osservato in incognito. Per più di un anno e mezzo si è avventurata nel mondo come Ned, taglio di capelli a spazzola e una misura di scarpe adeguata: una travestimento perfetto che le ha permesso di osservare il mondo degli uomini. Ha frequentato sex clubs, donne affamate d’amore e comunità maschili: terapie di gruppo e un monastero. E’ un viaggio di stampo giornalistico, simpatico ed eccitante, destinato sfidare i preconcetti ed attrarre un’enorme attenzione.

Semafori, Berlino
Il famoso Ampelmännchen, l’omino del semaforo tedesco, è in questi giorni al centro di un processo volto ad accertarne la paternità, e quindi, il copyright. I due contendenti sono il designer Markus Heckhausen, che iniziò nel 1995 a commercializzare souvenir di ogni tipo con l’immagine dell’omino, e il businessman Joachim Rosberg, direttore dell’azienda che produceva i semafori made in DDR. Il processo, in corso a Lipsia, segue quello, ormai di anni fa, che i tedeschi dell’Est vinsero preservando il loro simbolo, più “simpatico” rispetto all’austera icona dell’Ovest, dall’omologazione agli standard occidentali.

Rocco Siffredi – Amica Chips
Difficilmente passerà inosservata la nuova campagna pubblicitaria di Amica Chips. Il nuovo spot riprende il tono provocatorio e ammiccante del precedente claim “La patatina tira”, proponendo un testimonial d’eccezione insolito come Rocco Siffredi, celebre porno attore. La star del cinema a luci rosse gioca in modo ironico sulla sua notorietà particolare, presentandosi ai bordi di una piscina di una lussuosissima villa, circondato da bellissime ragazze in succinti bikini. In questo scenario, chiara citazione dello stile Playboy di Hugh Hefner, Rocco loda quella che dichiara essere la sua patatina preferita, Amica Chips. L’atmosfera pepata assume una vena ironica, fra gli sgargianti colori anni ’70 e i toni divertenti e sdrammatizzanti, finchè non arriva in chiusura il trasgressivo claim: “A chi piace la patatina”.

Campionato Mondiale dei Pompieri 2006, Hong Kong
Hong Kong è la prima città asiatica ad ospitare il Campionato Mondiale dei Pompieri. Simili ai giochi olimpici, i Campionati includono attività sportive sia individuali che di gruppo, e vari eventi che si basano sulle azioni dei pompieri durante il servizio di emergenza. I giochi si disputano ogni due anni in diversi paesi nel mondo; oltre ai test di abilità fisica- bicicletta, corsa, sollevamento pesi ecc.- si disputano prove inusuali come “The Toughest Firefighter Alive” (il più forte pompiere vivente) , “Bucket Brigade” (La brigata del secchio) e “Fire Truck Challenge” (La sfida del camion da pompieri).

Cuffie Sennheiser per ascoltare il silenzio
In realtà urbane sempre più rumorose il suono del silenzio può essere una rarità gradita e una sensazione decisamente strana: questo è quello che prova chi indossa per la prima volta un paio di cuffie “cancella suono”. Le Sennheiser PXC 300, progettate per isolare completamente l’ascoltatore, dichiarano addirittura -26 dB di riduzione del rumore in tutto lo spettro audio. Nate inizialmente come gadget di lusso per chi viaggia spesso in aereo, le cuffie che ricreano il silenzio stanno spopolando un po’ ovunque, dai pendolari in cerca di concentrazione per letture impegnate ai patiti di videogames.

Mostra Picasso e l’Africa, Johannesburg
Inaugurata, alla presenza del presidente sudafricano Tabo Mbeki e del capo di Stato francese Jacques Chirac, la mostra Picasso and Africa, un allestimento che, accostando i lavori del maestro del cubismo con prodotti di arte e artigianato africano, mette in evidenza il profondo legame tra di essi dato dall’amore di Picasso per l’Africa e dalla forte ispirazione che egli traeva da questo Continente. La mostra, a Johannesburg fino al 19 marzo per poi spostarsi a Cape Town ad aprile, è composta da più di 80 opere sulle quali è basato il libro di testi e illustrazioni che la accompagna.

Daspu, Brasile
Grande successo per Daspu, la nuova griffe lanciata dalla ONG brasiliana Davida, dal 1992 attiva nella battaglia sociale per i diritti civili delle prostitute. Il marchio Daspu, riconfermato segno dell’autoironia brasiliana, è la forma contratta di “das putas” che significa “dalle puttane”. Gli obiettivi della Ong nel promuovere la griffe sono: dare spazio alla creatività delle prostitute lottando contro la stigmatizzazione del mestiere, aumentare la rendita delle donne che vivono in strada e raccogliere fondi per iniziative di prevenzione contro l’Aids. L’innovazione di Daspu è la creazione di un nuovo tipo di abiti, oltre alla linea basic e a quella per occasione di festa, abiti da ‘battaglia’. Daspu ha ricevuto una causa da parte della mecca del consumo di lusso brasiliana: la mega boutique paulista “Daslu” (2000 mq dove, oltre ad abiti e accessori, si possono acquistare anche yacht ed elicotteri) che si sente offesa dal gioco di parole. Una causa persa, a notare dal vasto e positivo riscontro che l’iniziativa sta avendo da parte dei principali media, opinion leader e dal consenso popolare brasiliani. La collezione completa verrà presentata nel mese di marzo, anche se è stata lanciata ufficialmente in occasione della recente Settimana della Moda di Rio de Janeiro. Per il momento è possibile acquistare delle interessanti e ironiche t-shirt direttamente in internet, dal sito Daspu.