Hits

Tron Legacy di Joseph Kosinski

L’albero di Natale più costoso del mondo – Hotel Emirates Palace – Abu Dhabi

Google Body Browser

Museo del Novecento – Milano

The Rolling Stone Playlist Issue: 50 Top Musicians on the Music They Love Most


Hots

Toilet: Public Restrooms and the Politics of Sharing, a cura di Harvey Molotch e Laura Noren
Poche analisi raccontano meglio l’ evoluzione dei costumi come quella dei bagni pubblici. Unici, destinati esclusivamente agli uomini, almeno fino all’ età vittoriana, diventano bisex con la rivoluzione industriale. Oggi, forse, siamo alle soglie di una nuova rivoluzione che passa attraverso il wc: il bagno pubblico del futuro sarà unisex per evitare discriminazioni di genere. Prova a ordinare le cose, riepilogando la storia e dando conto delle nuove polemiche, un saggio uscito negli Stati Uniti. In Toilet: Public Restrooms and the Politics of Sharing, pubblicato dalla New York University Press, il professore di sociologia Harvey Molotch con Laura Norén ha raccolto dodici saggi di giuristi, storici, urbanisti, analisti culturali che approfondiscono e dicono la loro sui servizi pubblici oltre che su quelli privati.

Archivio del Genocidio – Ruanda
Il governo di Kigali e l’associazione per i diritti umani britannica Aegis Trust hanno creato l’Archivio del Genocidio, il primo archivio sullo sterminio dei Tutsi e degli Hutu moderati che fece 800.000 morti nella primavera del 1994 in Ruanda, in uno spazio temporale di soli 100 giorni. L’archivio si trova a Kigali, all’interno del Memoriale del Genocidio, in cui sono sepolte decine di migliaia di vittime dei massacri, e raccoglie oltre 20.000 documenti, fotografie e 1.500 registrazioni audiovisive raccolte presso archivi giudiziari, sopravvissuti, testimoni e responsabili stessi del genocidio. L’archivio verrà col tempo digitalizzato e reso disponibile on-line.

Killer di parole – Teatro La Fenice – Venezia
Il Teatro La Fenice di Venezia presenta la prima mondiale di Killer di parole, con libretto e musica di Claudio Ambrosini su un’idea e soggetto di Daniel Pennac. L’opera, strutturata in due atti, è un “ludodramma”, presentando una situazione che da un inizio leggero, da opera buffa, acquista tensione e si vela di tinte via via più scure. L’azione è incentrata sulle vicende del «killer» e di vari altri personaggi: realistici, surreali o di fantasia (come la parola uccisa, le ultime parlanti litoranee, gli ultimi parlanti rupestri, ecc.). Ad ognuno di questi gruppi, e delle rispettive lingue, corrisponde un mondo sonoro singolare, caratterizzato da un’orchestrazione innovativa. Lo scopo è quello di far riflettere sulle “Lingue” quale capolavoro collettivo creato dall’umanità, un patrimonio di valore incalcolabile che di giorno in giorno si assottiglia.

Avvocati di Supereroi – USA
All’inizio di dicembre, è nato un blog assolutamente originale, creato da due giovani avvocati americani, James Daily e Ryan Davidson. I due legali, entrambi appassionati ed esperti in fumetti, hanno dato vita a Law and the Multiverse: Superheroes, supervillains, and the law. Nel loro blog i due avvocati ipotizzano e analizzano i risvolti legali, le possibili controversie e le conseguenze giuridiche delle azioni più o meno spettacolari dei diversi supereroi e dei loro antagonisti di sempre, i cosiddetti “cattivi”. Lanciano tematiche e raccolgono suggerimenti di casi possibili, provando a fornire soluzioni e linee difensive. Nelle prime settimane on-line il sito ha avuto un numero straordinario di accessi e la tematica sembra appassionare un numero crescente di fans.

Forum Internazionale sull’Alimentazione e la Nutrizione – Milano
Si è svolto tra il 30 novembre ed il 1° dicembre, presso l’Università Bocconi di Milano, il secondo forum internazionale su nutrizione e alimentazione organizzato da Barilla che, dal 2009, ha dedicato al tema un vero e proprio think tank permanente, il Barilla Center for Food and Nutrition, composto da esperti con competenze relative all’economia, alla medicina, alla nutrizione, alla sociologia e all’ambiente, con l’obiettivo di raccogliere le conoscenze a livello mondiale, di analizzarle e di proporre soluzioni per affrontare le sfide alimentari del futuro. In questo secondo forum il dibattito tra esperti del calibro di Jeremy Rifkin, Claude Fischler, Raj Patel, Kjell Anders Nordström e Carlo Petrini, ha toccato temi come le risorse agroalimentari e la sostenibilità ambientale, il ruolo delle biotecnologie, gli indicatori del benessere reale e il futuro del cibo.

Flashmob alla Seaway Mall’s food court – Welland, Ontario
Jennifer Blakeley, fondatrice della società Alphabet Photography con sede in Ontario a Niagara Falls, ha pensato di fare gli auguri di Natale ai propri clienti e non, in un modo molto originale. Ha raccolto vari utenti dal web per creare un flash mob con il Coro no-profit Niagara, costituito da più di 80 coristi Si sono ritrovati tutti in un centro commerciale in Canada, nell’area ristoro e quando è partita la musica si sono esibiti con l’Hallelujah di Händel davanti agli stupefatti consumatori. Il video è ora tra i più cliccati della rete. Dopo pochi giorni dall’up-load nella rete, nel mese di dicembre il video è stato visionato da più di 25 milioni di utenti internet, un vero record per You Tube. E l’area ristoro del Seaway Mall’s è stata dichiarata, la più famosa al mondo.

Prima versione del social network DIASPORA*
DIASPORA* è un server web personale gratuito che implementa un servizio di socil network distribuito. Il progetto, in via di sviluppo da parte di un gruppo di studenti dell’Istituto di scienze matematiche Courant presso la New York Unuversity, ha come scopo la creazione e sviluppo di un social network open source, che permetta agli iscritti di poter esercitare il pieno controllo sulle proprie informazioni personali. Aggiornamenti di stato, fotografie ed altri dati saranno modificabili e eliminabili dall’utente. All’anteprima per gli sviluppatori di settembre, segue ora la fase di test con gli utenti, a cui è possibile partecipare su invito.

Inaugurata funivia nelle favelas del Complexo do Alemão – Rio de Janeiro
Il 21 Dicembre Rio de Janeiro ha fatto un passo in più per risolvere il problema sociale delle favelas. È stata inaugurata la funivia che collegherà le 13 comunità del “Complesso Tedesco” nella zona nord della città. L’aspettativa è che il complesso, rivitalizzato, si tradurrà in un nuovo centro di cultura. Durante il processo di costruzione molti luoghi sono stati coinvolti nel progetto e hanno progressivamente abbandonato il mercato del traffico di droga. Oltre alla questione del trasporto, la prospettiva turistica porterà anche nuovi posti di lavoro e migliorerà la situazione economica della gente del posto: una vittoria contro la povertà e la violenza delle favelas carioca.

Joy To The World di Pink Martini
Joy To The World è un album di musiche natalizie da tutto il mondo. “Ci sono 14 canzoni su Joy To The World“, dice Thomas Lauderdale, fondatore del gruppo, “tra cui la ben nota White Christmas di Irving Berlin cantata da China Forbes in inglese e dall’incredibile Saori Yuki (la Barbra Streisand del Giappone) in giapponese. Con il Pacific Youth Choir e il coro Bells of the Cascades, abbiamo registrato Shchedryk, conosciuto nei paesi di lingua inglese come Carol of the Bells, con il testo originale ucraino. Abbiamo registrato una preghiera ebraica Elohai N’tzor con Ida Rae Cahana, Ari Shapiro e Patricia Costa Kim. C’è una canzone cinese del 1946, una versione ispirata al Fela di We Three Kings, una canzone in ladino, Silent Night nella versione originale in tedesco, con un versetto in arabo e un altro in inglese. L’album si conclude con una versione samba di Auld Lang Syne, con cori in inglese, arabo e francese con le incredibili percussioni dei Lions of Batucada”.

The Cantry – “dispensa” temporanea – Echo Park – Los Angeles
Dal 9 al 19 di dicembre, un gruppo di giovani donne ha trasformato una vecchia rimessa nel quartiere Echo Park di Los Angeles in una dispensa chiamata The Cantry, un luogo di smercio di beni vari per i creativi e gli amanti del fai da te. I partecipanti vengono chiamati Pantlers, parola usata in passato per descrivere le persone che si occupavano del pane e che tenevano in ordine la dispensa di una villa. Con l’aiuto del passaparola, di Facebook e del sito web, www.thecantry.com, persone che realizzano oggetti artigianalmente a mano e in casa come creme e saponi, marmellate o verdure sotto aceto, disegni, riviste e altre cose, possono offrire i loro oggetti e scambiarli.