Hits

Collezione Vans per Van Gogh Museum

Pinknic festival – Governors Island – New York

Album Kamikaze di Eminem


Hots

Ivory Lane di WWF
Ivory Lane, e-tailer di accessori di lusso e gioielli realizzati in avorio, è stato lanciato ad agosto 2018 a Singapore su diversi social network. La condivisione è stata ampia e immediata, raggiungendo in pochi giorni circa 250.000 persone e innescando 65.000 reazioni online, la maggior parte delle quali estremamente critiche nei confronti della vendita di prodotti in avorio, illegale nella maggior parte dei Paesi. Dopo una settimana WWF ha rilasciato una dichiarazione ufficiale sui social, svelando che si era in realtà trattato di una “fake news”, che mascherava una campagna di sensibilizzazione sulla mancanza di politiche chiare sull’illegalità della vendita dell’avorio a Singapore. È stato creato anche un sito web del brand fittizio che, a un primo impatto, riproduceva perfettamente le dinamiche comunicative dei brand del lusso, ma che in realtà rimandava al sito WWF. La campagna ha ottenuto la ripresa della discussione a livello istituzionale.

Libro Fashion Climbing di Bill Cunningham
Per Bill Cunningham, mente creativa delle rubriche On the Street e Evening Hours del New York Times, New York City rappresentava la terra della libertà, del glamour e, soprattutto, dello stile. Cresciuto a Boston, Bill sognava una vita dedicata alla moda. Quando arrivò a New York negli anni ‘50, sviluppò la sua passione dell’osservare le persone, diventando famoso come fotografo per il New York Times per circa 40 anni. In seguito, fu uno dei più bizzarri e celebri designer di cappelli dell’epoca, rivolgendosi a star del cinema, ereditiere e artisti. I suoi disegni sono apparsi su Vogue, The New Yorker, Harper’s Bazaar e Jet. Il libro Fashion Climbing racconta la storia di un giovane uomo, realmente originale. Tra queste pagine del libro, è narrata la sua educazione allo stile, una storia effervescente di un mondo bohémien di un tempo, un regalo per i lettori: uno dei grandi interpreti di New York.

Installazione Flooded Modernity di Asmund Havsteen-Mikkelsen – Vejle Museerne – Danimarca
Villa Savoye (1929) di Le Corbusier è un’icona dell’architettura modernista che ha avuto un forte impatto sull’architettura in Europa, uno stile che ha posto le basi per l’edilizia e lo stile di vita moderni. L’artista danese Asmund Havsteen-Mikkelsen ha deciso di far letteralmente affondare quest’icona, con un’opera d’arte soprannominata Flooded Modernity. Si tratta di un modello a grandezza naturale, un angolo di Villa Savoye in scala 1:1, posizionato come se affondasse nell’acqua. L’installazione, una delle dieci installazioni su acqua selezionate dal museo d’arte danese Vejle Museerne per il festival di arte e architettura Floating Art 2018, è stata costruita nel corso di otto giorni dall’artista utilizzando legno, polistirolo e plexiglas. L’opera vuole indicare quanto le nostre sicurezze stiano affondando in questa nuova epoca tecnologica, utilizzando uno dei simboli della modernità e del progresso.

200 automobilisti dormono da Ikea – Regno Unito
Alla fine di agosto nella contea di Essex, a est dell’Inghilterra, c’è stato uno spaventoso incidente stradale tra due mezzi pesanti che ha paralizzato il traffico costringendo oltre 200 automobilisti a code di ore. Il rischio di passare tutta la notte in auto è diventato reale con il passare del tempo, ma Ikea, con il suo punto vendita vicino, ha a quel punto compiuto un gesto inaspettato, quanto provvidenziale. Aprendo le porte del suo store ha offerto ospitalità agli automobilisti coinvolti, che hanno così potuto riposare sui letti e i divani in esposizione, ringraziando e condividendo sui loro social l’inconsueta esperienza. Le foto, postate, spesso ironiche e divertenti, hanno fatto il pieno di like e condivisioni, facendo rapidamente il giro del mondo, riprese anche dalla stampa internazionale. Fergal Parkinson, noto giornalista della Bbc, su Twitter ha cinguettato: “Grazie Ikea per aver permesso a centinaia di automobilisti – tra cui mia moglie e mia figlia – di trascorrere la notte in un letto comodo!”

Peanuts hotel Kobe – Giappone
A Kobe, il primo agosto è stato inaugurato il primo hotel di design dedicato ai Peanuts. Gli ospiti potranno scegliere tra una delle 18 stanze comprese all’interno della struttura, ciascuna ispirata a un diverso fumetto uscito dalla mente – e dalla matita – di Charles M. Schulz. Una delle celebri frasi che accompagnano le avventure dei Peanuts – “È bello avere una casa dove i tuoi ospiti si sentono a loro agio” – è diventata “concept” e claim dell’hotel. La frase proviene da una striscia nella quale Snoopy accoglie alcuni uccelli che hanno trovato, sul tetto della sua cuccia, il proprio “habitat”. Ciascuno dei tre piani dell’edificio è associato a una parola chiave – Imagine, Happy e Love. Sono stati inoltre previsti un ristorante – aperto anche a quanti non risiedono nell’hotel – e il Peanuts cafè, esclusivamente destinato al take-away e con annesso shop tematico

Mostra Is iI Tomorrow Yet ?” di Coco Capitàn – Daelim Museum – Seoul
L’artista spagnola Coco Capitàn lancia la mostra personale al Daelim Museum di Seoul. Presentata per la prima volta in Asia, la mostra è essenzialmente una finestra onnicomprensiva sulla prospettiva unica dell’artista sul mondo, con l’inclusione di 150 opere, che coprono diversi media, tra cui fotografia, pittura, scrittura a mano, video e installazione. Combinando intimità e giocosità con una sottile critica sociale, oltre a sondare le domande relative ai valori e alle gerarchie esistenti, Capitán offre la sua interpretazione contemporanea della pop art a dipinti basati sull’immaginazione e opere di scrittura a mano che racchiudono le sue emozioni contrastanti in modo arguto.

Airbnb for Work
Secondo Airbnb le esperienze rappresentano il nuovo bonus aziendale. Con questo mantra Airbnb sta espandendo parte del suo business riguardante chi viaggia per lavoro; la nuova sezione è chiamata Airbnb for Work. Le conference rooms sterili non sono stimolanti e non favoriscono la creatività. Gli ambiente rilassanti e produttivi, invece, stimolano le persone a connettersi fra di loro; aiutano i team a raggiungere i propri obiettivi condivisi in modo più efficace. Per questo si aggiungono tre nuove funzioni. La prima consente alle aziende di utilizzare Airbnb Experiences con i viaggiatori possono acquistare tour o eventi per la vacanza e programmare attività di team-building, come lezioni di vela o di pasticceria. La seconda invece ti permette di prenotare delle case per meetings e off-sites aziendali. E l’ultima funzione consente ai datori di lavoro di garantire un alloggio temporaneo ai dipendenti che si trasferiscono per lavoro.

Film A Land Imagined di Yeo Siew Hua – Locarno Film Festival
Il Film A land imagined di Yeo Siew Hua ha vinto il Pardo d’oro alla 71.esima edizione del Festival di Locarno, la sesta e ultima sotto la direzione artistica di Carlo Chatrian. La storia racconta la scomparsa di un operaio cinese immigrato a Singapore per lavorare: una storia attualissima di caporalato a Singapore, di violenza dell’uomo sull’uomo e di lavoro inteso come schiavismo, inframmezzata alla magia tutta asiatica nell’immaginare – e costruire – atmosfere rarefatte e fantastiche. Il Film, che parte dall’indagine di un poliziotto alla ricerca di un operaio edile scomparso per condurre l’attenzione su un tema cruciale e di forte attualità, aveva già ottenuto il Grand Prix all’Autumn Meeting di Da Nang 2016.

La prima giacca in grafene di Vollebak
Il grafene è un materiale 200 volte più resistente e quattro volte più leggero dell’acciaio. Dopo aver fruttato il Nobel ai ricercatori che lo hanno ideato, il materiale non è mai stato commercializzato. I guru della tecnologia e moda di Vollebak potrebbero essere i primi a sbarcare sul mercato con la loro nuova Graphene Jacket definita “in parte cappotto e in parte esperimento scientifico”. L’azienda ha rivelato poche informazioni in merito, ma assicura che molte delle proprietà del grafene – assorbire il calore e rilasciarlo nel tempo, condurre elettricità, respingere i batteri e dissipare l’umidità in eccesso del tuo corpo – saranno presenti. La giacca è realizzata con un materiale double face, messo a punto durante un lungo processo di ricerca e sviluppo. Vollebak sostiene che di può lasciare la giacca fuori al sole, girarla e indossarla con il lato in grafene aderente alla pelle: in questo modo la giacca diffonderà il calore come fosse un termosifone.

Ridisegnato il logo di Rolling Stones
Il logo di Rolling Stone, la famosa rivista americana, è stato modificato. Non solo modernizzato, ma semplificato e corretto. Sono stati eliminati tutti gli ornamenti, fra cui l’ombra, che per decenni non era mai stata toccata. Il nuovo logo riesce a mantenere sia il peso visivo che il bagaglio nostalgico, mantenendo un’immagine più snella. La rivista ha anche migliorato il suo contenuto: più musica nuova, più politica, più attualità e cultura pop. Il sito web è stato arricchito e progettato per una navigazione più semplice su dispositivi mobili.