Hits

Cauldron Noodles di Jianhui Liao – Food Photography of the year 2019

Film Artifishal di Patagonia


Hots

Libro The Overstory (il sussurro del mondo) di Richards Power – Premio Pulitzer Fiction 2019
Il premio Pulitzer per la Fiction 2019 – la più alta onorificenza assegnata ai narratori statunitensi – è stato assegnato al romanzo di Richard Powers “The Overstory”, pubblicato in Italia con il titolo Il sussurro del mondo. Si tratta di una serie di storie in cui gli alberi sono sempre presenti, in stretta relazione/opposizione con i protagonisti (nove personaggi: sette individui più una coppia), definita da un’elegante struttura narrativa “ad albero” (con i capitoli Radici, Tronco, Corona, Semi). Il tema della relazione dell’uomo con la natura è, infatti, centrale in molte opere dell’autore. Powers, pur valorizzando nella narrazione l’approfondimento degli aspetti umani e psicologici, tesse una trama in cui questi si fondono con elementi tratti dalle discipline scientifiche quali la musica, la chimica, la biologia e la genetica che diventano parte integrante del racconto. La “sovrastoria” del titolo del libro fa riferimento allo sviluppo della Vita e della Natura nel complesso, e racchiude una riflessione ecologista sul reale ruolo dell’uomo all’interno di esso: una comparsa di un sistema enormemente complesso e articolato.

MInstallazione Conifera di Arthur Mamou-Mani per Cos – Milano Design Week
L’installazione Conifera, progettata dell’architetto Arthur Mamou-Mani per il marchio di abbigliamento COS è stata presentata durante l’ultima edizione della Design week milanese nel cortile del Palazzo Isimbardi. Conifera, progettata e realizzata digitalmente, assomiglia a una piramide del XXI secolo immersa nella natura, con una struttura di 700 mattoncini stampati 3D in bio-plastica composta da aceto, glicerina e mais alternati con altri in legno di conifera, pianta molto diffusa in Lombardia. Ogni bio-mattoncino è stato stampato, utilizzando materie compostabili, in modo da creare una sorta di reticolo, ottimizzando l’uso dei materiali e consentendo alla luce di diffondersi in tutta la struttura, e invitando i visitatori ad un viaggio dalla dimensione artificiale al mondo naturale, dal passato al futuro.

Loewe Baskets – Milano Design Week
Loewe, lo storico brand spagnolo, sotto la direzione artistica di Jonathan Anderson ha avviato già da qualche anno una sofisticata esplorazione sul tema dell’alto artigianato. L’Azienda, in occasione della Milano Design Week 2019 ha presentato il progetto Loewe Baskets, risultato della collaborazione con 11 artisti e artigiani internazionali, invitati a creare una serie di manufatti d’arte esclusivi: borse, oggetti decorativi, accessori e pezzi unici, realizzati con materiali e stili diversi. Jonathan Anderson ha invitato inoltre due illustri artisti giapponesi specializzati nella lavorazione del bambù, Jiro Yonezawa e Hafu Matsumoto che hanno creato sette pezzi unici sostituendo le strisce di bambù con la pelle in tinta naturale, simbolo del marchio Loewe. La collezione è stata presentata in un cortile storico vicino al negozio milanese del brand, dove erano presenti anche tre importanti artigiani spagnoli specializzati nelle tradizionali tecniche di tessitura e annodatura galiziana, che creavano in diretta piccoli accessori di pregio.

Concorso Una notte con Mona Lisa di Airbnb and Louvre – Parigi
Per una sola notte, il 30 aprile, Airbnb e il Louvre hanno regalato a un fortunato vincitore e alla sua partner l’opportunità irripetibile di vedere cosa succede nel museo più magico del mondo quando le luci si spengono. Mentre il sole tramontava su Parigi, i due si sono recati al museo dove sono stati accolti da uno storico dell’arte, che li ha condotti in una visita su misura, come quelli precedentemente organizzati per Obama, Beyoncé e Jay-Z. Il museo è stato trasformato in una casa magica per una notte: per la prima volta, gli appassionati d’arte hanno avuto la possibilità di avvicinarsi a capolavori inestimabili, come la Gioconda, e dormire sotto l’conica piramide di vetro del Louvre in una “mini-piramide” appositamente progettata per celebrare il trentesimo anniversario dell’edificio. Per partecipare al concorso, bastava andare su airbnb.com/louvre prima del 12 aprile e rispondere alla domanda: “perché dovresti essere l’ospite perfetto della Gioconda?”

Inaugurazione aeroporto Jewl Changi – Singapore
Il Jewel Changi Airport di Singapore ha accolto i suoi primi visitatori, aprendo le sue porte al pubblico il 17 Aprile. Il complesso di 10 piani che ha richiesto molti anni di progettazione, include una foresta con 120 specie di piante, oltre 280 negozi, tanti servizi e persino un hotel al suo interno e mira a diventare un’attrazione turistica. Progettato dall’architetto di fama mondiale Moshe Safdie si contraddistingue per l’HSBC Rain Vortex, una spettacolare cascata di 40 metri, la più alta cascata coperta del mondo, alimentata dall’acqua piovana raccolta, che offrirà uno spettacolo di luci e suoni. “La nostra visione è quella di rendere il Jewel una destinazione come nessun’altra”, ha detto Tan Mui Neo, direttore leasing per Jewel Changi Airport Development.

Film Le Invisibili di Louis-Julien Petit
Le Invisibili è un film francese diretto da Louis-Julien Petit che racconta con delicatezza, sensibilità e ironia le vicende delle operatrici di un centro di accoglienza diurno e delle donne che lo frequentano. Nel presentare le dinamiche di un quotidiano di emarginazione, violenza ed esclusione – l’invisibilità, appunto – e l’odissea verso il reinserimento sociale e lavorativo, il regista ha scelto forma e ritmi della commedia, integrando attrici non professioniste, con un passato reale di vita in strada. È un film corale: di donne, con donne, sulle donne. Dove tenacia e volontà di quattro dipendenti pubbliche permetterà alle “ospiti” di resistere, tornare a sorridere, rivivere una speranza, aiutandole a farsi di nuovo “belle” e a inserirsi in un mondo lavorativo che non sembra più avere bisogno di nessuno. Il film, che in Francia ha già incassato oltre 10 milioni di euro, si ispira al lavoro sul campo di Claire Lajeunie, che ha dedicato un libro e un documentario alle donne senza dimora di Parigi.

The Bizarre World of Frank Zappa
Frank Zappa torna redivivo in tour nel 2019, come ologramma, grazie a Eyellusion, a 25 anni dalla morte. Il tour è partito da Portland, in America, il 19 aprile per arrivare in Europa a maggio. Nello spettacolo Frank Zappa suona e canta insieme ai membri reali del suo gruppo, i Mothers of Invention, più una serie di invitati speciali che furono suoi collaboratori. La ricostruzione olografica è partita dalle basi audio di alcune performance del 1974 rimaste per 44 anni negli archivi di famiglia. Questo rende unico lo spettacolo in cui i fans possono ascoltare musica nuova suonata dal vivo da Frank. Sul palco olografico prendono vita anche i personaggi e gli oggetti antropomorfizzati delle canzoni e dell’immaginazione di Frank, offrendo un’esperienza di musica dal vivo estremamente bizzarra.

Nuovo negozio HIPANDA di Curiosity – Tokyo
Il marchio giapponese di streetwear HIPANDA ha inaugurato un nuovo spazio di vendita a Tokyo. Chiamato Ghost house (Casa dei fantasmi), il progetto è stato realizzato dallo studio multidisciplinare Curiosity. Si tratta di un viaggio all’interno di uno spazio futuristico, dove il mondo del digitale e quello analogico si fondono in un’esperienza totale immersiva e inclusiva. Il marchio HIPANDA è influenzato dal mondo dell’arte, dove le emozioni e l’ispirazione sono infinite: la nuova esperienza riunisce il mondo dell’arte (emozione), la moda (passione), la tecnologia (curiosità) e l’architettura (bellezza). Le tecnologie di AR (realtà aumentata) e AE (esperienza aumentata) vengono combinate con un’architettura d’interni iconica e sorprendente. La Ghost house di presenta come una sequenza in cui il visitatore è alla caccia del padrone di casa che, invisibile o quasi, sarà rivelato e scoperto attraverso diverse esperienze e interazioni.

Perennial bevanda senza latte per ultracinquantenni
Il marchio vegano Perennial, ha presentato una bevanda senza latte progettata appositamente per le persone di età superiore a 50 anni, per promuovere un invecchiamento sano. Perennial descrive il suo prodotto come “nutriente denso”, poiché contiene Omega 3, vitamina B12, colina, vitamina E, acido folico, calcio, vitamina D, fibre prebiotiche e proteine vegetali complete. L’azienda sostiene inoltre che la sua bevanda vegetale fa bene al cervello, alle ossa, favorisce la digestione e la salute dei muscoli, ed è personalizzata per le generazioni più anziane a cui “spesso mancano alcuni nutrienti”. Il sito web di Perennial recita:”Crediamo che l’età non ti definisca e che ci siano opportunità illimitate oltre i 50 anni. Utilizzando un approccio più moderno e sostenibile, ti proponiamo Perennial. E continuiamo ad innovare ogni giorno, usando la nostra conoscenza delle piante per aiutarti ad avere una vita sana, attiva e prospera a 50 anni e oltre“. I prodotti Perennial possono essere acquistati online. Al momento una confezione di 12 bevande da 250 ml costa 34,99 dollari.

Collezione Horizon Soft di Marc Newson per Louis Vuitton
Dopo il successo di una prima partnership datata 2016, il designer australiano Marc Newson firma per Louis Vuitton, Horizon Soft, una nuova gamma di valigie. Il materiale che caratterizza la collezione è stato ispirato dal lavoro a maglia e si presenta con una trama 3D termoformata e un jacquard double face stampato con l’iconico motivo Monogram, reinterpretato dal progettista. Marc Newson, noto soprattutto per i suoi progetti industriali, vanta anche importanti collaborazioni con marchi come Montblanc, Nike, G-Star raw.. Dopo i trolley rigidi, proposti per la prima collezione per Vuitton, il designer si è concentrato questa volta su un materiale decisamente soft e tecnologico. La maglia è un unico pezzo modellato a caldo per conferire all’oggetto la forma desiderata. Prima di questa fase il materiale viene sottoposto a un trattamento idrorepellente, mentre i tagli per le tasche e le cerniere sono realizzati con tecniche a ultrasuoni. Il nastro termofuso ha sostituito il 95% delle cuciture. Il tratto distintivo della maison è invece rimasto come fil rouge dal tempo in cui c’erano i bauli, ossia il rivestimento della maniglia in vacchetta naturale.