Hits

Spot Best Job di Alejandro González Iñárritu per P&G

Museo Titanic Belfast – Irlanda del Nord

Archimede Pitagorico in copertina su L’Uomo Vogue – Italia

Film Indignados di Tony Gatlif

(Entre)ouverture – Palais de Tokyo – Parigi


Hots

Mostra The future in the making – Domus – Milano
La mostra The future in the making, organizzata della rivista Domus per la Settimana del Design, ha dato spazio a progetti, performance dal vivo e workshop con l’obiettivo di immaginarsi il divenire del design. Il percorso espositivo su due livelli, all’interno del suggestivo Palazzo Clerici a Milano, ha messo in evidenza il lavoro e le invenzioni non solo di designers, ma anche di aziende e piattaforme ”impegnati nel ridisegnare i presupposti tecnologici, filosofici ed economici del design” come hanno spiegato i promotori dell’iniziativa. Da segnalare in particolare la proposta del designer Markus Kayser, che ha progettato una macchina a controllo numerico capace di costruire oggetti con l’energia solare e l’uso della sabbia come materia prima.

Librocielo di Attilio Stocchi – Biblioteca Pinacoteca Accademia Ambrosiana – Milano
Librocielo è il nome dell’installazione multimediale ideata da Attilio Stocchi e realizzata da Fondazione Cosmit Eventi, in occasione dei Saloni 2012: un evento ideato dal noto architetto veneziano e allestito all’interno della Biblioteca Ambrosiana. Dal 17 al 22 aprile, solo a Biblioteca chiusa dalle 20.30 alle 23.00, ai visitatori è stato proposto un percorso in cui hanno potuto vedere e udire “dialogare i libri fra loro” in un emozionante scenario di proiezioni di luci. Con Librocielo, Attilio Stocchi ha voluto rendere omaggio alla storia antica della città di Milano, identificando nella storica Biblioteca un luogo simbolo, che ne mette in luce la memoria e l’identità urbana.

Photosynthesis di Akihisa Hirata per Panasonic – Milano
Panasonic ha presentato in occasione del Salone del Mobile un’installazione creata per mostrare le ultime soluzioni per la generazione, l’accumulo, il risparmio e la gestione dell’energia. Il risultato, chiamato Photosynthesis è frutto del lavoro dell’architetto giapponese Akihisa Hirata, il quale ha voluto ispirarsi al ciclo naturale della fotosintesi per concepire un ecosistema ciclico alimentato dalla luce del sole. Una serie di pannelli solari viene utilizzata per riprodurre il ciclo energetico in tutte le sue fasi: la generazione, la conservazione (in batterie), il risparmio (tramite l’utilizzo di LED). Il tutto è gestito e controllato da un sistema centralizzato. «Photosynthesis» – spiega Akihista Hirata – «è un ecosistema in miniatura e può ispirare un futuro artificiale in completa armonia con l’ordine naturale del pianeta, con edifici e città che divengono parte integrante della biosfera».

Japan Creative – Glass Lighting – Mihoya Glass in collaborazione con Yeongkyu Yoo – Milano
Mihoya Glass è noto per il gruppo di artigiani specializzati nella realizzazione di prodotti di design in vetro. Yeongkyu Yoo è il designer dalla spiccata creatività innovativa e amante delle più avanzate tecnologie che ha saputo portare alla luce il meglio dell’abilità manifatturiera degli artigiani di Mihoya Glass. Il suo tema per il progetto è stato: “Una fusione tra il design più tradizionale e il più futuristico”. La semplicità dello spirito del designer e del suo progetto si fonde con l’expertise dei professionisti di Mihoya Glass, i quali stimolati dalle difficoltà di realizzazione, creano un prodotto innovativo della straordinaria originalità e freschezza.

Flos 50 app
Per celebrare il suo 50esimo anniversario, Flos ha recentemente lanciato un’applicazione per iPad sviluppata da Mobile Dream Studio. L’applicazione non è semplicemente un catalogo, ma un vero e proprio viaggio nella storia del design. Piero Gandini, Amministratore Delegato di Flos, ha collaborato con lo scrittore e giornalista Stefano Casciani e il fotografo turco Ramak Fazel per creare una vera storia della famiglia e dell’azienda, incentrata sui temi cari a Flos fin dalla sua fondazione: precisione, progetto e poesia. L’app offre una dettagliata sequenza cronologica dei fatti ed è ricca di immagini d’archivio delle persone che hanno dato vita all’azienda, ma anche schizzi, prototipi, giochi, prodotti e video dei processi produttivi.

Installazione One – Into The Void di SOM – Milano
Lo studio internazionale SOM, Skidmore, Owings and Merrill, ha interpretato il rapporto tra un materiale nobile come il marmo e l’architettura attraverso la realizzazione della scultura One – Into the Void, con il contributo di Marmotec. Due imponenti pareti verticali, costruite grazie alla sovrapposizione di moduli in marmo dello spessore di 10 cm, individuano un percorso stretto e dalle linee spezzate, lungo quasi 5 metri. Il passaggio, candido e misterioso come un varco iniziatico, simboleggia l’estrazione del marmo dalla cava, il vuoto lasciato dall’uomo nelle vene della terra, e il percorso arduo e avvincente della creatività che si misura con la materia.

Public Design Festival – Milano
Trasformare gli spazi di tutti in spazi per tutti: Public Design Festival presenta sia un posto a Milano dove sperimentare nuovi ritmi e relazioni in città, un nuovo modello di esercizio pubblico, sia un manifesto per l’esercizio pubblico, che consideri cibo, nutrizione, campagna e natura come occasioni di conoscenza, di socialità e di cultura. Dopo tre edizioni del festival in cui progettisti internazionali e si sono misurati con interventi di design pubblico in strade, piazze, cavalcavia ferroviari, mercati comunali e vuoti urbani, quest’anno è stato un luogo privato ad essere trasformato in spazio pubblico, la Cascina Cuccagna, cascina agricola del ‘700 recuperata da un consorzio di 10 associazioni milanesi.

Mostra Milano si Autoproduce di Alessandro Mendini – Milano
Dal 17 al 22 Aprile, presso la ”Cattedrale” della Fabbrica del Vapore a Milano, si è tenuta la mostra “Milano si Autoproduce”, coprodotta da MISIAD con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano e curata dal designer Alessandro Mendini. “Lavoriamo per far emergere mini-eccellenze culturali” è il claim dell’Associazione culturale Milanosiautoproducedesign-Misiad, che ha lo scopo di dare spazio a giovani creativi e artigiani presenti sul territorio del capoluogo lombardo, con l’obiettivo di far nascere un brand che raccolga le eccellenze culturali e promuovere la partecipazione a manifestazioni fieristiche internazionali. Il sindaco Giuliano Pisapia ha sintetizzato in alcuni punti lo scopo del progetto: “facilitare e istituire rapporti permanenti tra enti e associazioni con i principali attori economico-finanziari della città e sviluppare un progetto di marketing territoriale e diplomazia culturale per promuovere Milano come una capitale internazionale della produzione artistica e culturale”.

ORTOFABBRICA – Milano
Ritorna, nell’ambito del Fuorisalone 2012, l’evento ecosostenibile ORTOFABBRICA ideato e realizzato da Angelo Grassi (designer e fondatore di Fabbrica, un contenitore in continuo movimento che muta a seconda delle esigenze di chi ne fa uso nel rispetto assoluto della storia, della cultura e dell’ambiente) che propone un modo di costruire, recuperare e produrre arredamento ecocompatibile. I temi portanti dell’edizione 2012, quelli che hanno trasformato un parcheggio nel centro di Milano in un polmone verde, orto creativo e magazzino d’idee, erano l’acqua, l’energia rinnovabile e il recupero di un’economia delle origini. Le energie rinnovabili erano promosse, nello spazio esterno di Via Savona 37, in un’eco-serra che per Angelo Grassi Design diventa Ortoserra con una Biopiscina che è stata realizzata all’interno del cortile. La realizzazione di un’idea in cui le armature di ferro riciclate, gli ortovasi che fanno da pareti e i pannelli fotovoltaici creano un unicum che si autoalimenta.

PS 2012 di Ikea – Milano
Negli spazi di via Ventura 15, Ikea ha presentato la collezione PS 2012, nella quale il marchio svedese ha chiesto a 19 designer di reinterpretare in chiave di futuro un pezzo di storia del marchio. I designer hanno sfogliato più di 60 anni di immagini di catalogo e consultato gli archivi Ikea per trovare ispirazione e creare 46 nuovi prodotti: prodotti utili, sostenibili, flessibili, divertenti e sorprendenti, in diversi materiali e colori. Trovato il materiale di ispirazione, i designer si sono impegnati a interpretare e migliorare la forma, la funzione e soprattutto la sostenibilità.